Isis ci attacca? Distribuiamo i gessetti ai bambini

 

attentato-bruxelles-gessetti

I gessetti. La risposta sono i gessetti. Ieri, a poche ore dalle stragi dell’aeroporto e del metrò, davanti alla borsa di Bruxelles (che ha chiuso in rialzo dello 0,5%) tre amici hanno distribuito ai passanti gessetti colorati affinché vergassero messaggi di pace sull’asfalto. Nel giro di breve tempo oltre trecento persone hanno trasformato la piazza in una grande lavagna con scritte come “Bruxelles è bella”, “Viva la vita”, “L’islam non è terrorismo”, “L’amore è più forte”.

Perfetto: come quando succede una brutta cosa e si cerca di distrarre i bambini facendoli giocare. La regressione nell’infantilismo non deve stupire. In fondo questa è l’Europa dove bisogna fare i compiti a casa, sperando che poi Mutti (mamma) Merkel non si arrabbi prendendoti a sculacciate ma ti ricompensi invece con un buffetto. E se le cose si mettono male puoi reagire come l’Alto rappresentante per la Politica Estera dell’Unione europea Federica Mogherini: piangendo come una bambina.

Eriprando Sforza  – - scenari economici

attentato-bruxelles-gessetti2

Siamo come animali in un recinto? 10 regole per il controllo sociale (Noam Chomsky)

Leggiamo le regole n.5 e 6

5 – Rivolgersi alla gente come a dei bambini. La maggior parte della pubblicità diretta al grande pubblico usa discorsi, argomenti, personaggi e una intonazione particolarmente infantile, spesso con voce flebile, come se lo spettatore fosse una creatura di pochi anni o un deficiente. Quanto più si cerca di ingannare lo spettatore, tanto più si tende ad usare un tono infantile. Perché? “Se qualcuno si rivolge ad una persona come se questa avesse 12 anni o meno, allora, a causa della suggestionabilità, questa probabilmente tenderà ad una risposta o ad una reazione priva di senso critico come quella di una persona di 12 anni o meno.

6 – Usare l’aspetto emozionale molto più della riflessione. Sfruttare l’emotività è una tecnica classica per provocare un corto circuito dell’analisi razionale e, infine, del senso critico dell’individuo. Inoltre, l’uso del tono emotivo permette di aprire la porta verso l’inconscio per impiantare o iniettare idee, desideri, paure e timori, compulsioni, o per indurre comportamenti…

 

IMOLAOGGI
e' un sito di informazione libera
che non riceve finanziamenti
LA NOSTRA INDIPENDENZA SEI TU

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

Oppre fai una donazione con PayPal


   

 

 

1 Commento per “Isis ci attacca? Distribuiamo i gessetti ai bambini”

  1. Articolo magistrale,eccellente,acutissimo!

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -