Ingoia un panetto di cocaina davanti ai finanzieri, morto tunisino

Vicenza, ingoia un panetto di cocaina davanti ai finanzieri e muore

droga-cocainaAlla vista dei militari della guardia di finanza, che bussavano al finestrino della sua Mercedes, ha ingoiato tutta la cocaina che aveva in mano, un intero panetto, ed è stato stroncato da un’overdose in pochi minuti, nonostante l’intervento del Suem 118. Così è morto Mohamed El Arabi Ajmi detto Arbi, 32 anni, tunisino, volto noto alle forze dell’ordine e alla giustizia per la sua vasta e prolungata attività di spaccio.

Secondo quanto riferisce Il Giornale di Vicenza, mercoledì, circa alle 17.30, i militari, nel corso di un normale pattugliamento, avevano individuato l’auto dell’uomo parcheggiata davanti al Prix di viale San Lazzaro e hanno deciso di effettuare un controllo. Alla vista delle fiamme gialle, la reazione dello spacciatore è stata inaspettata quanto folle: apre la portiera e cerca di darsi alla fuga, prendendo a morsi l’ingente quantità di droga che teneva in pugno. A dar man forte ai militari interviene anche una guardia giurata ma, nel frattempo, il 32enne si sente male. Immediato l’intervento del Suem, che cerca di rianimarlo, ma per l’uomo non c’è stato nulla da fare. “

vicenzatoday.it



   

 

 

1 Commento per “Ingoia un panetto di cocaina davanti ai finanzieri, morto tunisino”

  1. E girava pure in Mercedes…

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -