“Adotta un danese”, gli insulti e le bugie dell’associazione africana

adotta-danese

“Migliaia di danesi stanno scrivendo su Facebook che si spendono un sacco di soldi per l’Africa, invece di usarli per le persone anziane in Danimarca. Quando lo abbiamo saputo, abbiamo pensato che avremmo dovuto fare qualcosa”. A parlare e’ Jackson Nouwah, fondatore della fantomatica “Adopt-a-Dane-Foundation” (Fondazione Adotta un danese) nel video – realizzato dalla radio danese DR-P3 e dall’organizzazione umanitaria Danmarks Indsamling – in cui presenta l’iniziativa il cui obiettivo e’ rispondere in modo ironico (perlopiu’offensivo, ndr) alle politiche di molti Paesi europei, Danimarca in primis, sui migranti.

Il 26 gennaio, infatti, il Parlamento danese ha approvato la riforma del diritto di asilo che prevede, tra le varie misure, la confisca dei beni di valore superiore a 10 mila corone (1.350 euro) ai rifugiati che entrano nel Paese con l’obiettivo di rifarsi dei costi dell’accoglienza, e l’allungamento dei tempi previsti per i ricongiungimenti. Misure che hanno provocato un’ondata di polemiche in tutto il mondo: tra i primi a protestare, l’artista cinese Ai Weiwei che ha immediatamente chiuso le due mostre in corso a Copenhagen. (talmente megalomane da essere convinto di fare dispetto a qualcuno, ndr)

“Dobbiamo trovare un posto per Ole, la sua famiglia non va mai a trovarlo”, dice un ragazzo. “Ricordati Svend arriva in aereo oggi pomeriggio alle 5”, dice un altro. “Gli anziani non sono un peso ma un dono meraviglioso, noi in Africa amiamo i nostri vecchi – continua Nouwah (mentendo spudoratamente perché la maggior parte degli immigrati parte lasciando a casa donne, vecchi e bambini- vedi foto sotto, ndr)– perche’ noi possiamo anche avere acque contaminate, epidemie ed essere senza energia elettrica ma, dai commenti su Facebook, sembra che gli anziani danesi se la passino peggio. Lasciate che ci prendiamo cura di loro”. E poi il video continua con immagini di danesi arrivati in Africa, “i primi sono gia’ qui e si stanno divertendo” e con l’appello “Africa apri il tuo cuore e adotta un danese”.

con fonte www.redattoresociale.it

ungheria

immigrazione



   

 

 

1 Commento per ““Adotta un danese”, gli insulti e le bugie dell’associazione africana”

  1. Basta dare un’occhiata al grafico per capire chi la racconta giusta e chi no;la stragrande maggioranza dei finti profughi sono maschi in età di leva,che non fuggono da nessuna guerra ma vengono portati in europa a spese dei cittadini\contribuenti soltanto per farsi mantenere dal welfare;tutto il resto sono balle ideologiche e schifosi interessi economici e politici.

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -