Cassazione: drogarsi e mettersi alla guida non è reato

 

drogaDrogarsi e mettersi alla guida non è reato. Per la Cassazione, non è sufficiente provare l’assunzione di stupefacenti prima di mettersi al volante. Occorre che la guida sia effettivamente alterata. A spiegarlo è l’avvocato Valeria Zeppilli, in un articolo pubblicato sul sito dello Studio Cataldi, che si rifà alla sentenza n. 3623/2016, depositata dalla quarta sezione penale della Corte di Cassazione il 27 gennaio scorso.

In materia di guida in stato di alterazione psico-fisica causato dall’assunzione di stupefacenti – spiega l’esperta – occorre tenere bene a mente una distinzione: la fattispecie di reato di cui all’articolo 187 del codice della strada si configura solo quando effettivamente il soggetto guidi in condizioni fisiche e psichiche alterate a causa dell’assunzione di droghe. A tal fine non è, quindi, sufficiente provare che egli abbia assunto stupefacenti prima di mettersi al volante.

Nel caso di specie – spiega il legale – l’imputata era ricorsa ai giudici di legittimità per veder alleggerita la sua condanna in considerazione del fatto che l’esame clinico, cui la stessa era stata sottoposta per verificare l’utilizzo da parte sua di stupefacenti, non sarebbe idoneo a stabilire se la riscontrata assunzione delle droghe sia avvenuta effettivamente immediatamente prima di mettersi alla guida o, invece, nei giorni precedenti.

Proprio sulla base delle argomentazioni sopra riportate il ricorso della donna è stato accolto. Per i giudici, infatti, occorre tenere ben presente un’importante distinzione: mentre per accertare la guida in stato di ebbrezza sono sufficienti l’accertamento del superamento del tasso limite o anche solo la prova sintomatica dell’ebbrezza, per il reato di cui l’articolo 187 del codice della strada non è così. L’assunzione di droghe nei momenti precedenti la guida deve infatti essere riscontrata sia attraverso un accertamento tecnico-biologico, sia attraverso altre circostanze che provino la situazione di alterazione psico-fisica. ADNKRONOS


 


TI PIACE IMOLAOGGI?

è on line senza banner pubblicitari, sponsor o click bait
VUOI SOSTENERCI?
Il Tuo contributo è fondamentale, ecco come puoi farlo!

IBAN: IT78H0760105138288212688215
oppure fai una donazione con PayPal



 



   

 

 

1 Commento per “Cassazione: drogarsi e mettersi alla guida non è reato”

  1. Che bella conquista.

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -