Arezzo: romeno ubriaco investe e uccide madre e figlia

 

ambulanzaUna bambina di 10 anni è morta ùinsieme alla madre dopo che entrambe sono state investite da una minicar a Montione, alle porte di Arezzo. E’ accaduto nel tardo pomeriggio. Alla guida del veicolo un cittadino romeno, rimasto contuso, e che è stato estratto fuori dall’abitacolo dai vigili del fuoco. Sul posto, oltre ai sanitari, anche la polizia municipale.

Secondo Arezzo Tv, che ha riportato la notizia, il conducente della minicar era ubriaco. Secondo quanto emerge l’uomo sarebbe stato alla guida in condizioni psicofisiche alterate dall’alcol. Il tasso alcolico rilevato sarebbe di quattro volte superiore al limite consentito.

Da quanto emerso ci sono stati anche momenti di tensione: alcuni abitanti della zona avrebbero minacciato di aggredire il conducente della minicar. Sulle cause dell’incidente in corso accertamenti da parte dei vigili urbani. Da una prima ricostruzione la minicar avrebbe sbandato travolgendo mamma e figlia che camminavano lungo la strada. L’impatto è’ stato violentissimo. La donna è stata soccorsa dal 118 e trasferita in ospedale, dove è morta poco dopo.

I sanitari hanno praticato lunghe manovre di rianimazione alla bambina ma non c’è stato niente da fare. Per lo choc un’operatrice sanitaria e’ stata colta da malore. Fonte: ANSA

 



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -