Ricercate in Belgio 10 persone armate e con esplosivi

 

Il ministro degli Esteri belga Didier Reynders ha detto oggi in un’intervista alla Abc che le autorità del Paese sono “alla ricerca di dieci individui che sarebbero pesantemente armati e in possesso di esplosivi”. Secondo il capo della diplomazia belga, i sospettati “avrebbero intenzione di compiere un’operazione simile a quella di Parigi”.

belgio

A Canal+, il ministro ha spiegato che “ci sono indicazioni di una minaccia imminente e specifica paragonabile a quella di Parigi: si pensa che atti terroristici potrebbero essere compiuti in più punti con lo stesso tipo di arma, kalashnikov o anche armi di altra natura. Ma anche possibili kamikaze”.

Alla Abc, Reynders ha poi parlato di “esplosivi”. La capitale belga vive da giorni in uno stato di massima allerta, ma da oggi è prevista la riapertura progressiva delle scuole e della metro, così come di diversi altri uffici e negozi. Il governo federale belga ha deciso di mobilitare 300 poliziotti supplementari per la protezione delle scuole di Bruxelles e circa altri 200 saranno impegnati nella sorveglianza delle linee metropolitane, ha reso noto il ministero degli Interni.

Resta comunque in vigore lo stato di allerta 4, il più alto, che considera la minaccia terroristica come “seria e imminente” nell’insieme dell’agglomerato di Bruxelles. Resteranno chiusi pertanto i grandi musei federali come il Musée Royal des Beaux-Arts, fiore all’occhiello della capitale. Prevista la riapertura anche di alcuni grandi centri commerciali come Ikea a Anderlecht e la galleria la Toison d’Or, non lontana dal Palazzo reale di Bruxelles. (askanews)



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -