Condannato a risarcire i ladri Rom, muore di crepacuore Ermes Mattielli

MATTIELLI-SPARA-LADRI

 

Ermes Mattielli non ce l’ha fatta. Il 62enne, recentemente condannato a 5 anni e 4 mesi di reclusione e al risarcimento di 135mila euro per il tentato omicidio di due rom, è morto oggi all’ospedale Alto Vicentino, dopo esser stato colpito da un attacco cardiaco.

Lo riporta Il giornale di Vicenza.

Ieri Ermes non si era sentito bene. Era corso in ospedale e le sue condizioni non destavano particolare preoccupazione. Oggi, però, la sua salute ha cominciato a peggiorare, portandolo alla morte. Non si sa se l’attacco cardiaco sia dovuto all’eccessiva sovraesposizione mediatica o alla condanna a 5 anni e 4 mesi di galera. Certo è che Ermes, come testimoniano i tanti gruppi Facebook nati in suo onore, era diventato il simbolo della “difesa che deve essere sempre legittima”.



   

 

 

5 Commenti per “Condannato a risarcire i ladri Rom, muore di crepacuore Ermes Mattielli”

  1. Mi spiace tantissimo per questo signore, ecco le leggi che si hanno in Italia questo signore è stato ammazzato da chi ben sappiamo tutti. io fare pagare i danni a questi VxxxxxxxxxxxI che lo hanno anche condannato perché ha subito non ricordo quante rapine e nessuno ha fatto niente ne lo stato ne nessun altro ecco come siamo ridotti, questa e la giustizia in Italia i ladri vengono risarciti cosi stanno tranquilli che se mentre rubano gli fai male li devi anche rimborsare, vorrei sapere cosa ne pensano i Giudici, Governo, e Politici.

  2. io spero che il giudice che ha dato questa assurda condanna si sogni ogni notte questa persona che ha subito una ingiusta condanna, è semplicemente assurdo!!!!

  3. dobbiamo ribellarci a queste leggi salvapolitici è il diritto di ogni persona diffendere e salvare la la sua proprieta’ ed i suoi familiari

  4. ANTONIO NISITA

    Mi capita, in questi ultimi anni, di chiedermi sempre più spesso dove sono condannato a vivere! In un paese dove a stento riesci a galleggiare nella merda più densa che è la merda di tutti noi, nessuno escluso!

  5. Bei tempi quando la proprieta’ privata era sacra – Chi entrava senza “bussare” Già in partenza era un crimine. … e doveva aspettarsi di tutto.!!!-
    Oggi la proprietà privata “conquistata a fatica,fatta con anni del sudore della tua fronte . Non E’ tua – E’ Dei delinquenti, vagabondi, scansafatiche, prepotenti arroganti ecc…

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -