Emma Bonino premiata da George Soros

bonino

 

Un riconoscimento internazionale per l’ex ministro degli esteri Emma Bonino, insignita del ‘Fred Cuny Award for the Prevention of Deadly conflict’ dell’International Crisis Group. Bonino e’ una dei sette leader premiati dall’organizzazione in occasione della cena di gala annuale a New York, che quest’anno segna il ventesimo anniversario dell’impegno di Crisis Group nella prevenzione e risoluzione dei conflitti nel mondo. (il cui fallimento è sotto gli occhi di tutti dal momento che quasi ogni angolo del pianeta è devastato da conflitti).

Il riconoscimento è stato consegnato dal sicario economico George Soros, membro onorario di Crisis Group

La Bonino è attualmente preoccupata per la “crisi interna europea, una crisi di valori che sta solo a noi risolvere” e dimostrata dall’avanzata di posizioni “a difesa della cristianità contro l’invasione musulmana” dalla Polonia alla Francia.

Bonino  ha fondato l’Ong No Peace Without Justice, ed é stata tra i principali fautori della creazione di una corte speciale per processare i crimini commessi nella ex-Jugoslavia. Inoltre, é una pioniera nella promozione dei diritti delle donne.



   

 

 

1 Commento per “Emma Bonino premiata da George Soros”

  1. C’era qualcuno che l’avrebbe voluta alla Presidenza delle Repubblica.
    Come degna continuatrice di Giorgio Napolitani.

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -