Perde il lavoro, italiano multato dai vigili perché chiede l’elemosina

 

italiano-multato

Centotrenta euro di multa per aver chiesto l’elemosina. Ma Luigi, 54 anni, di Brescia, quei soldi non può pagarli. Un anno fa ha perso il lavoro e da allora per vivere chiede aiuto ai passanti nel piazzale dell’ospedale civile, dove martedì scorso è stato multato dalla polizia locale.

“Ho provato a spiegare ai vigili che chiedere le monetine non è più reato e che non do fastidio a nessuno: non fermo e nemmeno molesto le persone, me ne sto zitto ed immobile, affidando la mia richiesta d’aiuto al cartello che ho tra le mani”, ha raccontato l’uomo a BresciaToday.

Una multa che Luigi non ha alcuna intenzione di pagare, come le altre che ha già accumulato: “La polizia locale fa la guerra ai poveri a chi cerca di sopravvivere con qualche monetina donata dalle persone di cuore. È assurdo che il Comune voglia fare cassa sanzionando i poveri, ci vogliono far morire di fame e di freddo.”

Se potesse permettersi un avvocato, Luigi potrebbe fare ricorso al Tar e (forse) vincere la sua battaglia. Scrive BresciaToday:

La Corte costituzionale, con la sentenza n. 115 del 2011, ha infatti ritenuto costituzionalmente illegittima la norma che, a partire dal 2008, consentiva al sindaco, quale ufficiale del Governo, di adottare ordinanze, anche non contingibili e urgenti, al fine di prevenire ed eliminare gravi pericoli per la sicurezza urbana

www.today.it



   

 

 

3 Commenti per “Perde il lavoro, italiano multato dai vigili perché chiede l’elemosina”

  1. Un immigrato, non sarebbe stato multato.

  2. Maria giovanna

    povero uomo!Comunque dato che e’ disoccupato e non ha reddito e comunque chiunque abbia reddito inferiore agli 11.000 €) puo’ esser assistito col gratuito patrocinio.

  3. Questo e allucinante, se questo povero non da fastidio non disturba nessuno perché multarlo? invece chi spaccia, chi ai parcheggi davanti agli ospedali che se non gli dai i soldi ti fanno trovare l’auto rotta o ammaccata, chi ti suonano con la scusa di venderti qualcosa e subito ti chiede i soldi per il panino, che tra parentesi se gli offri il panino non lo vogliono ma vogliono e insistono che vogliono soldi, si a questi nessuno dice nulla, e già perché come arrivano subito vengono ammaestrati dal primo centro d’accoglienza di cosa fare cosa dire e come comportarsi si tutto gli dicono meno quello di comportarsi onestamente e rispettare chi li accolgono. Invece Italiano Onesto viene multato, invece dovrebbe essere lo Stato o i Politici di turno a essere denunciati perché nessuno aiuta queste persone indifese ma agli stranieri e concesso Albergo,mangiare bere e dormire. Viva L’Italia.

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -