L’imam integralista invitato dalla Boldrini rinvia la visita in Italia

 

L’imam egiziano di Al Azhar Ahmed El Tayyeb ha annunciato che è stata rinviata la sua visita in Italia prevista per mercoledì prossimo. In una nota il centro al Azhar ha precisato che il rinvio è dovuto a impegni istituzionali in Egitto dell’imam.

Per comprendere chi viene invitato in Italia alla Camera per esprimersi sull'”islam religione di pace”, sappiate che nel 2002 El Tayyeb ha spiegato come i palestinesi devono comportarsi nei confronti di Israele: «La soluzione al terrore israeliano risiede nella proliferazione degli attacchi suicidi che diffondono terrore nel cuore dei nemici di Allah. I Paesi islamici – sia la popolazione che i governanti – devono supportare questi attacchi di martirio».

Sceicco di Al-Azhar: la  primavera araba è complotto occidentale per distruggere la cultura araba

Nel 2007 il nostro pacifista islamico ha affermato che alle mogli si possono rifilare «percosse leggere». Cosa che non è proprio «come picchiare»: è più come «dare un pugno» o «spintonare». Capito?

Ci viene anche raccontata la bufala che che Al-Tayyeb è nemico del terrorismo. Infatti l’anno scorso ha specificato quale punizione va riservata ai combattenti dello Stato islamico: «La morte, la crocifissione o l’amputazione delle loro mani e piedi» perché «combattono Dio e il suo profeta», cioè perché non interpretano l’islam come dice lui.

Riepilogando (come scrive Borgonovo su LIBERO) : inneggia agli attentati suicidi; sostiene che è giusto menare le donne; invita a uccidere, mutilare e crocifiggere chi non segue la via del Profeta. In virtù di queste sue posizioni moderate, il signor al-Tayyeb è stato invitato a Montecitorio a tenere una lezione sull’«islam religione di pace».

Grazie Laura Boldrini: senza di lei la nostra vita non sarebbe così dolce.



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -