Fmi alla UE: andare avanti con l’Unione bancaria

fmi-lagarde

 

“Nell’area euro sono necessari più progressi per rafforzare la fiducia del mercato”: la politica dell’area euro “non può fare affidamento solo sulla Bce per portare la stabilità finanziaria su un terreno più stabile”. Lo afferma il Fmi, invitando l’Europa ad andare avanti con l’Unione bancaria e a rafforzare l’architettura finanziaria della moneta unica.

La Federal Reserve statunitense dovrebbe attendere la ripresa dell’inflazione prima di alzare i tassi. Il Fmi sottolinea però che i rischi di deflazione sono leggermente diminuiti nell’area euro, anche se i miglioramenti degli ultimi sei mesi “non sono stati abbastanza ampio da sgominare i rischi elevati di recessione nell’area euro e deflazione”.

La bad bank per risolvere il nodo dei crediti deteriorati è buona in alcuni paesi, fra cui l’Italia. Sarebbe come un”’aspirapolvere” per pulire ma è difficile da attuare. Lo afferma il Fmi, sottolineando che nell’area euro, e anche in Italia, risolvere il nodo dei crediti deteriorati è essenziale. Una delle modalità da seguire è fare pressione sulle banche. ansa

La stabilità dei prezzi prima del diritto alla vita. Ecco l’Europa…

L’Europa dei popoli in miseria: 122,6 milioni di persone ridotte in povertà



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -