Afghanistan: Pedofilia nelle basi USA, militari costretti a tacere

pedofilia-pakistan

 

I militari Usa impegnati in Afghanistan avevano l’ordine di “voltarsi dall’altra parte” di fronte alle violenze sessuali a cui erano sottoposti i bambini afghani da parte degli “alleati” agenti della polizia locale. Lo rivela il New York Times che ha raccolto le drammatiche testimonianze di alcuni soldati americani, puniti per aver violato il silenzio e picchiato un agente afghano che aveva ridotto in schiavitu’ un bambino, tenuto legato al letto e violentato sistematicamente.

“Di notte li sentivamo urlare, ma non potevamo fare nulla”, e’ il racconto di Gregory Buckley, padre di un marine che prima di morire, nel 2012, rivelo’ le violenze sui bambini di cui era stato testimone. Mio figlio mi ha raccontato che i suoi superiori lo invitarono a voltarsi dall’altra parte, perche’ quella pratica rientrava nella loro cultura, ha raccontato Buckley.

“Eravamo in Afghanistan per i terribili atti compiuti dai talebani contro la popolazione, contro i diritti umani”, ha spiegato l’ex capitano delle forze speciali Usa, Dan Quinn, che picchio’ un comandante della polizia afghana, dopo aver scoperto la presenza di un bambino legato al suo letto e sfruttato come schiavo del sesso.

“Stavamo dando il potere a persone che facevano cose peggiori dei talebani, come mi hanno raccontato anche gli anziani dei villaggi”, ha aggiunto l’ex militare che, dopo aver picchiato il comandante afghano, e’ stato demansionato e richiamato dall’Afghanistan.
Il portavoce del Comando americano nel Paese, il colonnello Brian Tribus, ha confermato che “generalmente, le accuse di abusi sessuali sui bambini, compiuti da persone dell’esercito o della polizia afghana, sono materia che attiene al diritto penale afghano” e che “non e’ richiesto espressamente ai militari americani di denunciare” gli stupri. AGI



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -