“Niente di grave, torni tra 4 mesi”, mamma di 4 bambini muore di cancro

 

PADOVA – E’ morta a 39 anni per un tumore che forse si sarebbe potuto diagnosticare prima, magari in tempo.

Non si dà pace il marito della donna, un operaio residente a Mortise con i suoi quattro figli, tutti molto piccoli, dai 3 ai 12 anni. Vorrebbe sapere perché, alla prima visita, quando alla moglie sarebbe stato trovato un nodulo al seno di 2,7 centimetri, i medici che la visitarono le risposero che poteva stare tranquilla e tornare per un controllo quattro mesi più tardi. Sul caso, l’avvocato Marina Infantolino ha chiesto l’apertura di un’inchiesta.

Come racconta PadovaOggi, il calvario della 39enne sarebbe iniziato nel 2013. I sanitari dell’Ulss 16 che la visitarono la prima volta, avrebbero detto alla signora di ritornare dopo quattro mesi. Alla seconda visita, nel settembre di quell’anno, quello stesso nodulo sarebbe risultato molto più grande, tanto da indurre i medici a sottoporre la paziente ad un prelievo con l’ago aspirato. Quindi l’amaro responso: carcinoma.

La donna avrebbe quindi iniziato ad affrontare la chemioterapia. Un’agonia finita con l’estendersi del tumore, fino alla morte, sabato scorso, nell’hospice Santa Chiara di Padova. Ora, quello che il marito, stremato dal dolore, vorrebbe sapere è se quella massa maligna potesse essere identificata prima, alla prima visita, quando i medici rispedirono a casa la donna, rinviando il tutto di altri quattro mesi. (da PadovaOggi)

 



   

 

 

1 Commento per ““Niente di grave, torni tra 4 mesi”, mamma di 4 bambini muore di cancro”

  1. Anch,’io ho perso mia madre per un errore medico e capisco la sofferenza a questi medici dovrebbe essere impedito di svolgere la loro professione non ci sono parole

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -