Il Fondo monetario all’assalto dell’Angola “abbassare i salari” (creare piu’ povertà)

fmi

L’Angola sta reagendo bene alla crisi dell’economia provocato dal calo dei prezzi del petrolio. Il deficit pubblico a fine anno si attestera’ al 3,5% contro il 6,5% dello scorso anno, grazie anche ai tagli del governo che ha ridotto la spesa di bilancio di quest’anno di 14,35 miliardi di dollari.

Lo ha affermato il Fondo monetario Internazionale a conclusione della sua missione a Luanda e dei colloqui avuti in questi giorni con le autorita’ locali nel contesto degli obiettivi e del nuovo Piano di sviluppo nazionale.

Secondo il Fmi tuttavia, il Paese africano, in cui le entrate petrolifero contano per oltre il 40% del Pil, dovra’ apportare ulteriori aggiustamenti sul fronte dei salari che attualmente viaggiano intorno al 10-12% del Pil.

“Il costo dei salari dovra’ essere ridotto nell’arco del tempo” ha detto Ricardo Velloso, coordinatore della missione del Fondo che ha tenuto a Luanda una conferenza stampa. Secondo Valloso e’ stata giusta la mossa del governo di avviare un processo di revisione dei salari pubblici al fine anche di eliminare le cosiddette ‘buste paga fantasma’. Oltre a questo l’Angola, secondo il Fondo “dovra’ migliorare l’efficienza della spesa attraverso investimenti in beni e servizi”. Questo porterebbe a controbilanciare con la produttivita’ l’aumento dei salari, evitando gli scatti automatici.

Per quanto riguarda le politiche monetarie e di cambio il Fondo ha consigliato al governo di Luanda di tenere sotto controllo l’inflazione, attualmente al 10,4% e destinata ad aumentare senza interventi mirati. Il problema, ha spiegato il responsabile del Fmi, e’ anche quello del deprezzamento della valuta locale, il kwanza, che potrebbe avere un effetto devastante sui conti pubblici dal momento che l’Angola e’ ancora tra i maggiori importatori di prodotti alimentari. (AGI) .



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -