Siria: raid USA colpiscono abitazioni civili, 8 morti

Almeno otto civili sono rimasti uccisi a causa di bombardamenti aerei condotti la notte scorsa dalla coalizione internazionale guidata dagli Usa nei pressi di Atmeh, villaggio al confine con la Turchia nella provincia di Idlib, Siria nord-occidentale. Obiettivo dei raid era un deposito di armi controllato da Jaysh al-Sunna, formazione insurrezionale islamista alleata dei qaedisti del Fronte al-Nusra, e utilizzato anche per la fabbricazione di bombe e razzi: la struttura e’ stata centrata in pieno, ma l’esplosione che ne e’ scaturita ha investito anche alcune case vicine uccidendone gli occupanti, tra cui cinque bambini e due donne, oltre a dieci miliziani: lo ha riferito Rami Abdel Rahman, direttore dell’Osservatorio Siriano per i Diritti Umani, organizzazione in esilio dell’opposizione non radicale con sede a Londra.

Sarebbe comunque potuta essere provocata una strage ancora peggiore, giacche’ nei paraggi sorge un campo per sfollati che non e’ invece stato colpito.

Jaysh al-Sunna e il Fronte al-Nusra fanno parte del cosiddetto Esercito della Conquista, una cartello di fazioni ribelli impegnato in un’offensiva nella parte ovest del Paese che da ultimo sta interessando la provincia di Latakia, culla della minoranza alauita, la setta di derivazione sciita cui appartengono il presidente Bashar al-Assad e la sua cerchia. agi



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -