Tagli alla sanità, Lorenzin: pazienti ricoverati solo in fase acuta della malattia

lorenzin

“Sono perfettamente d’accordo con la ‘road-map’ indicata dal commissario alla spending Gutgeld, il polacco del Pd istruito negli USA). A me va benissimo la spending. E va benissimo utilizzare le risorse per coprire i buchi che abbiamo nella ricerca, per rendere disponibili a tutti i nuovi farmaci salvavita, e per sbloccare il turn over”.

Lo afferma il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, in un’intervista a “Repubblica”, sottolieando che “il recupero di risorse e l’equilibrio di bilancio dato dalla maggiore produttività avrebbe anche delle ricadute sulle imposte. Penso al possibile abbassamento delle super aliquote Irpef delle Regioni che pesano sulle buste paga di tanti cittadini”.

Il ministro poi conferma che non ci saranno tagli lineari. “I 10 miliardi non vengono tolti dal fondo sanitario nazionale che ha già dato in questi ultimi anni. Negli ultimi anni abbiamo dovuto fare fronte a una spesa fuori controllo che peraltro non si è trasformata in migliori servizi ai cittadini. C’è invece la possibilità di recuperare risorse grazie a una maggiore efficienza e a una nuova organizzazione. Si calcola una cifra intorno ai 30 miliardi ma se riusciamo a trovarne 10 mi accontento“.

E la strategia per trovare questi fondi è ben delineata: “rafforzando la medicina territoriale. Portando i pazienti in ospedale solo quando necessario, ovvero per i momenti acuti della malattia. Razionalizzando la spesa per la medicina difensiva che costa 13 miliardi l’anno.

Poi c’è il patto della sanità digitale: incrociando i dati voglio capire non solo quanto spendo ma come spendo i nostri soldi”. Red-Cro-Bla



   

 

 

4 Commenti per “Tagli alla sanità, Lorenzin: pazienti ricoverati solo in fase acuta della malattia”

  1. Spero che il ministro possa soffrire delle mie stesse patologie….
    Voglio vedere se fa applicare la norma…

  2. L’Italia è il paese in Europa che spende meno rispetto al PIL in Europa. L’OCSE dice che siamo al terzo posto nel mondo e la Germania al 23esimo. Queste palle che racconta la Lorenzin sono solo l’ossequio alla necessità di dare palanche alle assicurazioni che si stanno già muovendo nel campo sanitario. Abbiamo pagato le banche adesso tocca alle assicurazioni che finanzieranno lautamente Renzi e compagni di governo. E’ ora di finirla con questo capitalismo sfrenato fatto di derivati e bond che strangolano governi e nazioni intere.La prossima crisi, la prossima “bolla”, sarà tremenda e ci travolgerà tutti.

  3. Chiedo scusa : ovviamente parlo di spesa sanitaria….le cose che dice Lorenzin sono già operative da molti anni e la spesa sanitaria è in calo da molti anni…sono tagli lineari e la cosiddetta sostenibilità è falsa ! Il sistema è ampiamente sostenibile e, udite, udite, ce lo invidia anche Obama ! Il vero problema per il governo è che una cosa in italia funziona e bisogna sfasciarla subito ! Perché non chiedete ai tedeschi quanto spendono pro capite per una sanità che fa schifo rispetto alla nostra ?

  4. io dico alla Ministra che proprio non ha ragione, io mastectomizzata seno dx sono stata dimessa neanche a 24 ore dopo intervento ed altri stanno dentro 8 giorni . prima di parlare vada a fare i dovuti controlli

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -