Roma: 18enne violentata da nordafricano dietro il deposito Atac

«Mi ha trascinato dietro il deposito Atac del Pigneto e mi ha violentata. Era un nordafricano». È il drammatico racconto di una ragazza di 18 anni, di Centocelle, soccorsa lunedì pomeriggio, alle 17, dai carabinieri. Gli investigatori dell’Arma ritengono credibile la sua versione dei fatti e danno la caccia all’uomo. Forse un pusher. La giovane è stata accompagnata in ospedale dove i medici le hanno medicato ferite sulle braccia e anche una contusione al naso, provocata forse da un pugno.

Dopo la violenza la ragazza ha telefonato al 112 mentre del nordafricano si sono perse le tracce.. Era sconvolta, sotto choc. Ma avrebbe fornito alcune indicazioni utili per l’identificazione del nordafricano. E per questo i carabinieri hanno passato al setaccio il Pigneto e le zone vicine.



   

 

 

1 Commento per “Roma: 18enne violentata da nordafricano dietro il deposito Atac”

  1. Visto la dichiarazione di Alfano ai Prefetti, che non riescono a imporre l’accoglienza ai immigrati dice lui io invece non ne sono convinto li chiamo con il loro nome clandestini, saranno sostituiti, io direi che i Ministri che non riescono a imporre la legalità a tutela delle donne giornalmente stuprate dai clandestini, non un solo caso, dovrebbero essere sostituiti anche loro, naturalmente in una nazione civile questo dovrebbe essere pari condizioni, però guarda caso queste notizie sono tutte taciute da tutti all’infuori di questo Giornale non foraggiato dai Politici !!!! allora mi chiedo se siamo in uno stato di Democrazia oppure in uno stato di Dittatura? non riesco a capirci nulla!!!!

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -