Intercettazioni, Tutino a Crocetta, “la Borsellino va fatta fuori come il padre”

crocetta

 

Intercettato al telefono il chirurgo Matteo Tutino, primario dell’ospedale palermitano di Villa Sofia arrestato per truffa al sistema sanitario, in un conversazione con il presidente della Regione siciliana, Rosario Crocetta, avrebbe affermato che l’assessore alla Salute, Lucia Borsellino, “va fermata, fatta fuori. Come suo padre”, il giudice ucciso nella strage di via D’Amelio. Lo sostiene il settimanale “L’Espresso”, che in un comunicato fornisce anticipazioni sul numero in edicola domani e afferma che “gli stralci di queste intercettazioni sono confermate dai magistrati e dagli investigatori che lavorano all’inchiesta”.

Lo scandalo Tutino e lo sbiancamento anale di Crocetta a spese del SSN

Sempre secondo il settimanale, “all’altro capo del telefono c’e’ il governatore della Sicilia Rosario Crocetta, che ascolta e tace. Non si indigna, non replica: nessuna reazione di fronte a quel commento macabro nei confronti dell’assessore della sua giunta, scelto come simbolo di legalita’ in un settore da sempre culla di interessi mafiosi”.

Lucia Borsellino si e’ dimessa pochi giorni dopo l’arresto di Tutino, che quando i carabinieri sono andati a notificargli il provvedimento giudiziario emesso contro di lui ha telefonato a Crocetta, del quale era il medico personale, per dirgli “Mi stanno arrestando”. “Mi sento intimamente offesa e provo un senso di vergogna per loro”. Cosi’ Lucia Borsellino, ex assessore alla Salute della Regione siciliana e figlia del giudice ucciso nella strage di via D’Amelio, ha commentato ai microfoni del giornale radio regionale della Rai, la frase detta dal primario di Villa Sofia, Matteo Tutino, poi arrestato per truffa al sistema sanitario, in una telefonata con il governatore, Rosario Crocetta: “La Borsellino va fermata, bisogna farla fuori come suo padre”.

Crocetta, per spiegare il suo silenzio, ha sostenuto oggi di non aver sentito quelle parole. Alla domanda su cosa pensi di questa giustizificazione, Lucia Borsellino ha risposto glaciale: “Non spetta a me fare commenti al riguardo”.
La Borsellino si era dimessa il giorno dopo l’arresto di Tutino, medico personale di Crocetta. Al suo posto il governatore ha nominato assessore il capogruppo del Pd all’Ars, Baldo Gucciardi. (AGI) .



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -