Inps: un quarto degli italiani ridotto in povertà, sono 15 milioni

Sono 15 milioni i poveri in Italia, un quarto della popolazione, mentre gli occupati sono scesi di 800mila unità dal 2008 al 2014. È quanto si legge nel rapporto Inps, presentato questa mattina a Montecitorio.

 

povert

Tra il 2008 e il 2013 la quota totale di poveri in Italia “è aumentata di sette punti percentuali fino a raggiungere il 25% della popolazione, ovvero 15 milioni di persone. Allo stesso tempo, la diseguaglianza dei redditi è cresciuta a tassi sostenuti, con un incremento dell’indice relativo pari al 39% tra il 2008 e il 2013 (da 0,21 nel 2008 a 0,32 nel 2013)”, sottolinea l’istituto, che parla di “paese in forte difficoltà economica e sociale”.

Il documento sottolinea come “la crisi ha inciso maggiormente sulle fasce già deboli della popolazione aggravandone ulteriormente la povertà e peggiorando in modo significativo le loro condizioni di vita. Il 10% più povero della popolazione ha sperimentato, tra il 2008 e il 2013, una contrazione reale del proprio reddito vicino al 30%, una riduzione molto più accentuata rispetto a quella sperimentata dal resto della popolazione”.

In Italia, la crisi iniziata nel 2008 ha provocato “un forte e prolungato aumento della disoccupazione e un generalizzato impoverimento reale della popolazione attiva”. Dal 2008 al 2014 il numero di occupati si è ridotto di oltre 800.000 unità e, nello stesso periodo, il numero delle persone in cerca di occupazione è aumentato di oltre 1,5 milioni.”Prevedibilmente, il rischio di povertà è aumentato soprattutto per i disoccupati – si sottolinea nel dossier – tra questi, hanno subito l’aumento relativamente maggiore i disoccupati con più di 50 anni, il cui numero è triplicato nell’arco di sei anni”.

INCREDIBILE PADOAN

“La ripresa dell’economia italiana continua” in un “contesto internazionale favorevole” e il governo intende “sfruttare fino in fino questa finestra di opportunità”. Lo ha detto il ministro dell’Economia, Pier Carlo Padoan, all’assemblea annuale dell’Abi, sottolineando che “nelle prossime settimane e mesi con la legge di stabilità e altre misure il governo intensificherà la sua azione lungo queste linee”.



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -