Enciclica ecologista di Bergoglio: Salvate il pianeta dall’uomo

 

(Nel video la propaganda alla lobby del fotovoltaico)

Urge una conversione ecologica universale. E’ questo l’accorato appello che Papa Francesco ha deciso di lanciare attraverso la tanto attesa enciclica sulla cura della casa comune Laudato sì, pubblicata in esclusiva dall’Espresso. Un appello rivolto soprattutto alle grandi potenze criticate duramente da Bergoglio, non solo per le politiche ambientali adottate, colpevoli di aver messo al primo posto il profitto, ma anche poichè causa dello squilibrio tra Nord e Sud del mondo.

Bergoglio elenca i guasti della «crisi ecologica» elencando la solita serie di bufale che ci viene propinata da anni per sostenere il business della lobby green: riscaldamento globale, cambiamento climatico, inquinamento, innalzamento dei mari, impoverimento della biodiversità, distribuzione iniqua del cibo, la carenza e il diritto di tutti all’acqua.

papa-solare

Nobel Chutzpah Prize 2015: ONU, World Bank need “$89 Trillion” to fix climate

Nel testo il Papa sottolinea come l’uomo non sia il padrone della natura, di conseguenza gli esseri viventi non sono oggetti nelle mani dell’uomo che può farne ciò che vuole. Non mancano infatti i passaggi molto duri: i poteri economici hanno giustificato per troppo tempo ingiustizie, sfruttamento e iniquità; è arrivato il momento di impostare progetti a lungo termine. “È indispensabile creare un sistema normativo che includa limiti inviolabili e assicuri la protezione degli ecosistemi, prima che le nuove forme di potere derivate dal paradigma tecno-economico finiscano per distruggere non solo la politica ma anche libertà e giustizia”, si legge nell’enciclica Laudato_si.

La sorella protesta – si legge nell’enciclica – per il male che le provochiamo, a causa dell’uso irresponsabile e dell’abuso dei beni che Dio ha posto in lei. Siamo cresciuti pensando che eravamo suoi proprietari e dominatori, autorizzati a saccheggiarla. La violenza che c’è nel cuore umano ferito dal peccato si manifesta anche nei sintomi di malattia che avvertiamo nel suolo, nell’acqua, nell’aria e negli esseri viventi. Per questo, fra i poveri più abbandonati e maltrattati, c’è la nostra oppressa e devastata terra. Dimentichiamo che noi stessi siamo terra. Il nostro stesso corpo è costituito dagli elementi del pianeta, la sua aria è quella che ci dà il respiro e la sua acqua ci vivifica e ristora.

Il portavoce vaticano padre Federico Lombardi fa sapere che “non si tratta del testo finale e la regola dell’Embargo rimane in vigore”. L’ultima versione dell’enciclica verrà presentata ufficialmente il prossimo 18 giugno in Vaticano. Sarà la prima volta che tra i relatori ci sarà anche Pergamo Joannis Zizioulas, alto rappresentante della chiesa ortodossia.

today.it



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it è un sito che non riceve finanziamenti e non fa uso di banner pubblicitari. Il tuo contributo, anche piccolo, ci aiuterebbe a sostenere le spese. Fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -