Islam Arabia S., studentessa solleva il velo: le vietano la navetta dell’università

Niente volto coperto dal velo, niente servizio navetta dell’università. Accade in Arabia Saudita dove una studentessa dell’Università femminile Principessa Nourah Bint Abdulrahman di Riad è stata fatta scendere da una navetta perché aveva osato scoprirsi il volto.

A fare luce sulla vicenda, riportata dalla Saudi Gazette, è stato il giornale Al-Hayat. Su YouTube è stato diffuso un video girato all’interno di un bus in cui si sente la voce di un uomo, forse un ‘supervisore’, che alle ragazze intima di scendere e che redarguisce l’universitaria che ha osato scoprirsi il volto in un bus guidato da un uomo. Lei si difende: “Se voglio mi scopro. Chi ha deciso che non si può?”.

L’uomo risponde che si tratta di un regolamento dell’ateneo, ma la giovane incalza: “Chi ha stabilito questa regola?”. La discussione prosegue, i toni si alzano, nel sottofondo la voce di un altro uomo, forse l’autista della navetta, e di un’altra studentessa. La rabbia della giovane esplode: “Ho registrato tutto”, dice.

Le giovani saudite sono solite scoprire il volto quando sono certe di non essere viste dagli uomini. Una delle universitarie ha spiegato al giornale che è sua abitudine rimuovere il velo quando sale sulla navetta perché i vetri sono oscurati. “Io e tre mie amiche ci scopriamo sempre quando siamo sul bus. Ci sediamo in fondo così neanche l’autista può vederci”, ha detto.

L’ateneo, fondato nel 1970 e con ben 50mila iscritte, era già finito sulle pagine dei giornali di mezzo mondo lo scorso anno per una circolare destinata alle ragazze della Facoltà di Arte e Design che proibisce alle studentesse di indossare i pantaloni, consentendo loro di scegliere tra gonne nere o grige.

adnkronos



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -