Rapisce la figlia di 4 anni e la porta in Marocco, arrestato marocchino

 

Una bimba di 4 anni rapita dal padre che l’aveva portata in Marocco e’ stata recuperata dalle forze dell’ordine e l’uomo e’ stato arrestato. Per la mamma, una parrucchiera bergamasca di 39 anni che vive in un paese dell’Isola bergamasca, l’incubo durava dal 13 novembre 2013.

Quel giorno l’immigrato marocchino con il quale aveva avuto la bimba e con il quale aveva convissuto per qualche anno prima che i problemi di lavoro e con la giustizia di lui portassero alla separazione, le aveva chiesto di passare un po’ di tempo con la figlia. Ma non era piu’ tornato. Come e’ stato ricostruito poi, aveva caricato la bimba in auto e l’aveva portata in Marocco. “Crescera’ con mia madre – aveva poi detto alla donna al telefono – Sii felice con chi vuoi ma ti faro’ piangere sangue”. E qui e’ iniziato il lungo angoscioso lavoro della donna per riavere la bimba.

bergoglioLa denuncia, quindi il mandato di cattura europeo emesso dal pm Gianluigi Dettori per sottrazione di minore e sequestro di persona; il mandato di cattura internazionale, il procedimento per togliere la patria potesta’ all’uomo e infine la causa civile invocando la convenzione dell’Aja sulla sottrazione internazionale di minori.

Mercoledi’ le forze dell’ordine marocchine hanno bussato alla porta dell’uomo e gli hanno ordinato di riconsegnare la figlia: lui si e’ rifiutato ed e’ stato arrestato. La bimba e’ stata poi riconsegnata alla madre, volata in Marocco. La piccola parla solo arabo ma ha riconosciuto subito la mamma. Per il padre, nel frattempo liberato (ma verra’ arrestato se tornera’ in Europa) e’ gia’ stato chiesto il rinvio a giudizio. (AGI) .



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -