Terrorismo Olbia, moglie del pakistano davanti al carcere “è innocente”

Terrorismo: protesta davanti tribunale Cagliari

 

“Non mi hanno ancora permesso di vedere mio marito, né di sapere quando potrò incontrarlo”. La moglie di Sultan Wali Khan, presunto capo della cellula di Al Quaida di Olbia, protesta davanti al Tribunale di Cagliari con i tre figli e altri pakistani. Khan è una delle dieci persone arrestate nella maxi operazione della Polizia contro il terrorismo islamico. Titolare di un bazar a Olbia, è considerato dagli investigatori uno dei vertici della cellula terroristica ramificata in Sardegna.



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -