Arabia Saudita: Isis rivendica l’attentato nella moschea sciita

 

Il gruppo jihadista dello Stato Islamico ha rivendicato l’attentato nella moschea sciita, nel villaggio di al-Qadeeh, dove un kamikaze si è fatto esplodere uccidendo diverse persone. In un comunicato diffuso da alcuni account Twitter vicini all’organizzazione terroristica, si afferma che “i soldati del califfato nella provincia di Najd” sono i responsabili dell’attacco. Inoltre, i jihadisti hanno promesso “altri giorni bui” per gli sciiti finché non “saranno cacciati dalla Penisola Arabica”.

isis-arabia

 

L’Isis ha anche pubblicato una foto del presunto autore dell’attentato, Abu Amer al-Najdi (nella foto), precisando che si è fatto saltare in aria azionando una cintura esplosiva. Resta incerto il bilancio delle vittime. Per la tv satellitare al-Jazeera i morti sarebbero circa 20 e i feriti 100. Secondo la Bbc invece sarebbero morte 10 persone. Nella moschea – che si trova nella provincia di Qatif, cuore della minoranza sciita – al momento dell’esplosione si trovavano circa 150 persone riunite per le preghiere del venerdì. Il ministero dell’Interno ha confermato l’esplosione e ha reso noto che il terrorista indossava un giubotto esplosivo. Non ha fornito però un bilancio certo delle vittime.

I responsabili dell’attentato suicida hanno l’obiettivo di “provocare una spaccatura tra i figli della nazione”. Così ha commentato l’attentato il Gran Mufti Aziz Al ash-Sheikh, la massima autorità religiosa saudita, in un’intervista alla tv di Stato di Riad. Il religioso ha definito l’attacco un’azione “dolorosa” e “criminale” contro “figli della patria”.



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -