Siria: Isis controlla la maggior parte dei giacimenti di gas e petrolio

 

Mentre a Palmira, secondo quanto riferisce l’Unesco, sono già cominciate le distruzioni nel sito storico patrimonio dell’Umanità, consuistato dagli uomini del Califfato, metà del territorio siriano sarebbe ormai sotto il controllo dell’Isis, affermano organizzazioni non governative. Con la conquista della regione di Palmira, l’Isis controlla ora circa metà del territorio della Siria, con la maggior parte dei giacimenti di petrolio e di gas, secondo quanto sottolinea l’ong Osservatorio nazionale per i diritti umani (Ondus): lo Stato islamico si estende ormai su circa 95.000 chilometri quadrati.

“Tutto ciò che succede oggi a Palmira è molto pericoloso. Sappiamo già che ci sono state delle distruzioni, ci sono delle colonne che sono cadute. C’è stato un bombardamento”: denuncia intanto la direttrice generale dell’Unesco, Irina Bokova. “Non abbiamo tutte le informazioni, ma ciò che vediamo nei media e ciò che ci dicono gli esperti è molto preoccupante”, ha proseguito la responsabile dell’organismo Onu per scienza, educazione e cultura con sede a Parigi. “Sono inquieta perché purtroppo abbiamo già visto la distruzione di siti del patrimonio mondiale, siti di eccezionale valore universale a Nimrud, Adra…Abbiamo visto il saccheggio del museo di Mossul…Palmira è un gioiello, la ‘Venezia di sabbia’, come dicono gli esperti. Siamo molto preoccupati per le azioni militari e per un’eventuale distruzione di questo sito magnifico”. “All’inizio del conflitto in Siria – perché purtroppo abbiamo visto, da tre anni, Palmira convertita in campo militare – abbiamo ricordato più volte che i siti del patrimonio mondiale non possono e essere considerati come campi militari”, ha concluso Bokova.(ANSAmed)

isis-palmira



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -