Whirlpool annuncia altri licenziamenti, 2060 in totale

 

Si complica la vertenza Whirlpool. L’azienda annuncia altri esuberi, che diventano in totale 2.060 in Italia, e i sindacati scendono sul piede di guerra annunciando l’intenzione di arrivare ad uno sciopero generale del gruppo.L’annuncio della dirigenza Whirlpool Italia è arrivato oggi come un fulmine a ciel sereno, tanto da essere definito “inqualificabile” dallo stesso ministro dello sviluppo economico, Federica Guidi, presente al tavolo. Un annuncio definito, invece, dalla stessa azienda “in linea con il piano” messo a punto per “creare un’azienda capace di competere sul mercato nei decenni a venire”.

La giornata era iniziata con aspettative diverse da parte dei sindacati che, prima di entrare nella sede del Mise, avevano dichiarato di aspettarsi novità sui siti di Carinaro e None e maggiori informazioni sulla possibilità di reintrodurre in Italia produzioni dall’estero. L’azienda, invece, oltre a confermare il piano su esuberi e chiusure di stabilimenti ha annunciato tagli nel comparto impiegatizio.

Whirlpool ha spiegato che “l’acquisizione di Indesit Company ha avuto come risultato anche la duplicazione di alcuni ruoli, che al momento deve essere affrontata al fine di assicurare un’organizzazione efficiente ed efficace”.

Il piano presentato dall’azienda prevede così 480 esuberi all’interno della popolazione impiegatizia in Italia. Di queste, 200 posizioni riguardano Fabriano, in aggiunta alle 35 già annunciate nell’area della Ricerca e Sviluppo, 200 posizioni riguardano l’area di Varese (Comerio e Cassinetta), in aggiunta alle 75 già annunciate nell’area della Ricerca e Sviluppo e 80 posizioni sono previste a Milano.

D’Attorre (PD): la disoccupazione non deve scendere sotto il 12%, è scritto nel DEF, annientamento dell’Italia programmato. Da Monti a Renzi, tutto scritto…



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

urss Uno dei principi cardine del globalismo elitario è: fine dei confini e delle nazioni
Aprire i confini, lasciare che i territori nazionali siano inondati da migranti. “sostituire le popolazioni”, flussi di gente che non ha la minima intenzione di accettare costumi e stili di vita in voga nelle loro nuove case.

separator

papa-francesco-e-benedetto-xvi

Nel 2005 Bergoglio attaccava Benedetto XVI per le dichiarazioni sull’islam
Nel 2005, quando Papa Benedetto XVI, citando un testo medievale,  ha dichiarato che il profeta Maometto, fondatore della fede islamica, è stato “cattivo e disumano”, ha fatto infuriare la popolazione musulmana.
..

mogheriniLe pericolose frequentazioni di Federica Mogherini
«E poi quando mi dicono che la Mogherini è inesperta gli dico di chiedere cosa ne pensa Kerry». Quando il presidente del consiglio Matteo Renzi rispose in questo modo durante una conferenza stampa in tanti pernsarono a una richiesta di referenze rivolta al segretario di Stato Usa. In realtà c’era di più

crolloRipresa Usa? Bugie: le statistiche sono truccate. Gli Usa sono in recessione costante
Ci raccontano che l’America di Obama ha superato la crisi del 2008 crescendo del 4,6% all’anno? Falso: ricalcolando i dati senza i filtri convenzionali delle statistiche, dice Giuseppe Masala, scopriamo che anche gli Usa sono in recessione costante

separator

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -