Bologna: anarchici devastano un palazzo storico, muri e statue sfregiate

Vandalismo alla Facoltà di scienze politiche: muri e statue ”sfregiati”

anarchici-bologna

 

Nel mirino dei vandali la Scuola di Scienze politiche dell’Università di Bologna: muri e statue ”sfregiati” con scritte contro le Forze dell’ordine e contro la decisione di mettere i sigilli all’aula C, lo spazio occupato da 20 anni dal collettivo anarchico. Probabilmente i vandali hanno agito sfruttando la festa organizzata nel cortile del palazzo tra venerdì e sabato notte. Solo lunedì, professori e studenti, si sono accorti dei danni: il bagno nel cortile principale pieno di scritte; le scale che portano al secondo piano riempite di graffiti e le statue deturpate dalla vernice delle bombolette spray.

“Volete sorvegliarci, ci avrete incontrollabili”, recitava una scritta visibile subito dopo il cortile d’ingresso del palazzo. Oppure, all’interno del bagno nel cortile d’ingresso: “Meglio teppisti che infami”. E Ancora : “L’aula odia, la Polizia non può sequestrare”.

La Procura dal canto suo promette una linea dura e manda a dire che il reato contestato agli autori degli imbrattamenti è quello di danneggiamento aggravato, previsto per gli imbrattamenti di beni di valore storico.

bologna-anarchici

Intanto al’Università si è già messa in moto la macchina per ripulire tutto. Questa mattina, attorno alle 10.30, muniti di pennello e vernice gli operai hanno ripulito i muri deturpati dalle scritte. “Deploriamo tutti gli atti di violenza e aggressività”, commenta Daniela Giannetti, preside della Scuola. “Condanniamo soprattutto- incalza Ivo Colozzi, vicepreside- il mancato rispetto per un palazzo dal valore artistico e culturale enorme”. Non ci sono ancora certezze sui responsabili, ma si ipotizza che tra i vandali ci siano anche i componenti dell’aula C e i gruppi cosiddetti antagonisti.

Ferma condanna anche dagli studenti che, tra una lezione e l’altra, assistono ai lavori di ripulitura: “Dispiace vedere un palazzo così antico vandalizzato senza ritegno. Avranno avuto le loro ragioni ma non è questo il modo di protestare”. Un ragazzo aggiunge: “Non è che sfregiando un posto così bello ti fai sentire, crei solo dissenso”. Anche i rappresentanti degli studenti di Scienze politiche si schierano dicendo: “Riteniamo necessario chiarire la nostra totale lontananza ai fatti e condannare duramente queste azioni- scrivono in una nota Eleonora Andrioli, Giulia Cevinini e Agostino Piacquadio- che reputiamo offensive e inadeguate per qualsiasi tipo di manifestazione di dissenso o protesta. In un Ateneo come quello di Bologna pensiamo sia inammissibile poter accettare o ignorare episodi come questo. Offesi e dispiaciuti noi studenti e rappresentanti ci diciamo pronti a collaborare per la pulizia del Palazzo”.

(FONTE AGENZIA DIRE)

anarchici-bologna2

anarchici-bologna1

anarchici-bologna3



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -