Attacchi hacker a siti Expo e infrastrutture critiche, 2 arresti

Blitz della polizia in diverse città del nord Italia. Sequestrati numerosi pc e dispositivi utilizzati per commettere gli attacchi

cyberwar

 

La polizia ha arrestato due hacker e ne ha denunciato un terzo dopo aver eseguito perquisizioni a Torino, Sondrio, Livorno e Pisa. I pirati informatici sono accusati di aver sferrato attacchi contro sistemi informatici di infrastrutture nazionali e siti istituzionali: l’ultimo bersaglio sono stati i sistemi informatici di Expo 2015, ma tra gli obiettivi c’era anche il ministero della Difesa.

L’ accusa è danneggiamento di sistemi informatici, interruzione illecita di comunicazioni informatiche e telematiche, accesso abusivo a sistemi informatici, nonché detenzione e diffusione di codici di accesso a sistemi informatici. Come riporta “Il Giornale l’assalto, in corso da un mese, non avrebbe riguardato tuttavia informazioni “topo secret” ma solo quelle “classificate”.

L’ operazione della polizia ha “permesso di individuare una cellula criminale al vertice dell’attuale panorama hacktivista italiano, responsabile nel tempo di numerosi attacchi ai danni dei sistemi informatici di importanti infrastrutture critiche, siti istituzionali e di rilevanti realtà economiche del Paese, da ultimo anche i sistemi informatici di Expo 2015 e del ministero della Difesa nell’ambito della campagna Antimilitarist (#2), con pubblicazione di un corposo leak di materiale proprio nella giornata di martedì”.

Altre due persone sono state denunciate per favoreggiamento personale. Nel corso delle perquisizioni che hanno interessato diverse città del centro nord sono stati sequestrati numerosi personal computer e altri dispositivi utilizzati per commettere gli attacchi. tgcom24



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -