OIM: in arrivo in Europa almeno 250/300mila migranti. Pinotti: “traffico di dolore”

pinotti

L’Organizzazione internazionale per le migrazioni avverte che nei prossimi mesi sono in arrivo in Europa non meno di 250/300mila migranti.

I ministri degli Esteri e della Difesa Ue si apprestano lunedi’ prossimo a dare il via libera all’operazione navale per contrastare il traffico di migranti nel mare Mediterraneo: senza bisogno di attendere la risoluzione del Consiglio di Sicurezza dell’Onu (e se anche l’attendessero ci sarebbe il veto russo!!), il cui testo (ancora non depositato presso i 15 componenti), dice che alcuni aspetti della missione possono essere infatti gia’ lanciati dai Ventotto, a partire dalla decisione su sede e comandante (con ogni probabilita’ entrambi italiani) e dall’avvio dell’attivita’ di intelligence. Il documento dice che l’Unione europea non ha bisogno dell’approvazione delle Nazioni Unite per iniziare la sorveglianza di obiettivi potenziali. Se ne avesse bisogno, non potrebbe agire comunque contro il veto russo.

Alla riunione di Bruxelles parteciperanno per l’Italia i ministri degli Esteri Paolo Gentiloni e della Difesa Roberta Pinotti. “C’e’ bisogno di fermare il traffico di dolore fatto dagli scafisti“, ha avvertito Pinotti. Ovviamente dice solo mezze verità di convenienzaLa bufala della caccia agli scafisti: in rete telefoni e date di partenza dei barconi. Ma di quale traffico di dolore stiamo parlando? Un ministro della DIFESA che si esprime dicendo “fermare il traffico di dolore“!! Stiamo scherzando? Ma che cos’è, una novizia delle Orsoline?

Inoltre per fermare una banda di trafficanti senza scrupoli, non è necessario mettere in moto le forze navali di tanti Paesi e riempire il Mediterraneo di mezzi da guerra aerei e navali. Basta applicarsi sul terreno.

Le prime decisioni riguarderanno dunque il quartier generale dell’operazione, che si chiamera’ Eunavfor Med, e dovrebbe essere a Roma, e il suo comandante operativo: per questo ruolo e’ candidato l’ammiraglio Enrico Credendino.

Questa è l’immagine che si trova nella pagina di euobserver.com in cui si parla dell’operazione Eunavfor Med

Il murale, dipinto dall’artista norvegese Per Krohg, fu donato nel 1952 dalla Norvegia alle Nazioni Unite. Si trova nella Sala del Consiglio di Sicurezza dell’ONU e simboleggia i cambiamenti che il mondo subisce a causa degli sforzi delle Nazioni Unite, e dell’umanità in generale, per raggiungere la pace, l’uguaglianza e la libertà. (Infatti sembra l’inferno…)

Mentre fanno finta di voler fermare l’immigrazione clandestina nel Mediterraneo, METTONO LE FIGURINE COL SIGNIFICATO NEI SITI WEB e partecipano ad operazioni di istruzione  soccorso migranti alle isole Seycelles

 

EU Naval Force Warship HNLMS Johan de Witt Carries Out Search and Rescue Exercise With Teams From The Seychelles and EUCAP Nesto from EU Naval Force – Somalia on Vimeo.

 



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -