Cristiani massacrati, gesuita di Aleppo: non strumentalizzarli contro l’islam

“In certi ambienti c’e’ una propaganda intensa che punta a aumentare la paura indistinta dell’Occidente nei confronti dell’Islam, per suscitare la spinta emotiva popolare e cosi’ giustificare un maggior controllo sugli ambienti musulmani, soprattutto in Europa”.

gesuita-Antoine-Audo

Lo denuncia il gesuita caldeo Antoine Audo, vescovo della citta’ martire di Aleppo, in Siria. Alcuni, rileva il presule sul sito Vaticaninsider, “usano il tema della persecuzione dei cristiani per spingere le loro opinioni pubbliche a giustificare i loro nuovi interventi armati nella regione e aumentare la paura verso gli islamici. Dicono che le guerre servono per difendere i cristiani. Cosi’ cercano di motivare la loro presenza nella regione“.

“Una cosa – sottolinea monsignor Audo – che non era successa ai tempi delle guerre nel Golfo, quando Papa Wojtyla non aveva dato nessuna sponda a chi voleva presentare gli interventi a guida Usa come nuove Crociate”. Tutto questo avviene mentre “in Siria ed in altri Paesi della regione ci sono ‘altri’ che con il loro islam wahhabita e l’ansia di rivalse storiche verso la cristianita’ non riescono a sopportare nemmeno l’idea di una presenza dei cristiani in Medio Oriente”. “Due logiche – spiega il presule – per paradosso, si sostengono l’una con l’altra, e convergono fatalmente nello spingere i cristiani fuori da tutta la regione”.

“In Siria – assicura – non era cosi’. E anche adesso e’ falso presentare il conflitto siriano come una guerra tra cristiani e musulmani. Ma e’ questo il messaggio che vogliono far passare, perche’ fa comodo a tutti”.

IN REALTA’ NESSUNO HA MAI PRESENTATO IL CONFLITTO IN SIRIA COME UNA GUERRA TRA CRISTIANI E MUSULMANI

Per quattro anni – ricorda monsignor Audo – ho ripetuto instancabilmente che l’unica via d’uscita era la soluzione politica del conflitto, che potesse aprire la via alla riconciliazione. Ma ora mi sembra sempre piu’ chiaro che c’e’ una agenda per distruggere il Paese, spezzettarlo su base settaria senza mettere in conto la permanenza dei cristiani, che devono solo andare via. Questo e’ il messaggio che ci arriva adesso”. (AGI) .



   

 

 

1 Commento per “Cristiani massacrati, gesuita di Aleppo: non strumentalizzarli contro l’islam”

  1. ah scemo

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -