Attentato Boston, Tsarnaev condannato a morte. Amnesty: “Questa non è giustizia”

Condividi

 

E’ stato condannato a morte l’attentatore alla maratona di Boston, Dzhokhar Tsarnaev.

Lo hanno deciso all’unanimita’ i giudici dopo appena 15 ore di camera di consiglio. La stessa giuria, composta da 7 donne e 5 uomini, aveva giudicato il 21 di origine cecena Tsarnaev colpevole di tutti e 30 i capi di accusa di cui 17 punibili con la pena di morte. Nell’attentato morirono 3 persone e oltre 260 rimasero ferite.

“Questa non è giustizia”. Così Amnesty Usa commenta la condanna a morte per l’attentatore alla maratona di Boston. “Condanniamo l’attentato e piangiamo per le vittime. La pena di morte però non è giustizia. Alimenta la violenza e non impedisce che altri commettano crimini simili in futuro”, ha detto il direttore esecutivo Steven Hawkins.

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -