Indonesia: il test della verginità sulle donne soldato

indonesia

 

“Dobbiamo esaminare la loro mentalità. Se hanno fatto sesso, se sono indecenti, non hanno una mentalità sana” ha spiegato al giornale britannico ‘The Guardian’ il portavoce dell’esercito indonesiano Fuad Basya che così giustifica il cosiddetto test di verginità sulle soldatesse delle forze armate di Jakarta: come una pratica indefettibile, necessaria e utile ad accertare la l’integrità fisica e psicologica di chi voglia far parte dell’istituzione e sia una donna.

Se, infatti, tutte le reclute dell’esercito sono sottoposte a diverse prove per poter accedere alla carica, un trattamento ‘speciale’ è riservato al genere femminile nel corso di un controllo definito che l’ong internazionale ‘Human rights watch’ ha definito “invasivo e umiliante”, messo in atto da un dottore che verifica ‘manualmente’ se la potenziale militare abbia già avuto rapporti sessuali e, nel caso, ne accerta l’inadeguatezza.

Adesso le associazioni per i diritti umani stanno facendo pressioni sull’esecutivo indonesiano affinchè fermi la prassi descritta come “discriminatoria e invasiva” per le aspiranti reclute, considerate al pari di oggetti da esaminare perché inclini a comportarsi da “birichine” e pertanto inidonee a rimpolpare le fila di una simile struttura.

La ‘Human Rights Watch’ ha dichiarato con forza che questi esami, in vigore nelle forze di Polizia indonesiana da almeno 1965, sono una forma di violenza di genere priva di qualsiasi validità scientifica – “Le forze armate indonesiane dovrebbero riconoscere che questo test dannoso e umiliante non contribuisce al rafforzamento della sicurezza nazionale”, ha precisato il responsabile della difesa dei diritti delle donne di Hrw Nisha Varia – ma i militari, dal canto loro, hanno rigettato le critiche, affermando che continueranno ad effettuare questi test considerati “essenziali” per il decoro, l’onore e la moralità delle forze armate, per le quali, evidentemente, il valore della verginità femminile supera la dignità e la sacralità dell’individuo stesso.

Donatella Polito   today.it



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -