Video – Monestier: gli immigrati che sputano sull’accoglienza siano rimpatriati

Nel video il commento del direttore del Tirreno Omar Monestier

Buongiorno Toscana. Quello che è successo a Campiglia Marittima è un fatto gravissimo. Il gruppo di profughi che si è rifiutato di entrare in una struttura perché l’ha considerata inadeguata rispetto a ciò che aveva già trovato in Sicilia costituisce un precedente incredibile. Quelle quindici persone andrebbero immediatamente trasferite in un posto di accoglienza lontano dalla Toscana e se possibile rimpatriate. Non è possibile che si sputi in questo modo sull’accoglienza, è contrario a ogni regola di buon senso e peraltro alimenta un sentimento di grande fastidio da parte dell’opinione pubblica già provata dalle notizie di arrivo di molti migranti lungo le coste italiane. Qui non abbiamo più a che fare con l’accoglienza né con il diritto umanitario, ma con una sorta di strafottenza inaccettabile. E questo non è razzismo, è soltanto un po’ di buon senso.

RISULTA EVIDENTE COME IL DIRETTORE DEL IL TIRRENO, dopo aver definito noi  ‘decisamente schierati‘, abbia cambiato idea.

 

L’accoglienza non consente pretese. Il “Buongiorno Toscana” del direttore del Tirreno Omar Monestier

Posted by Il Tirreno on Venerdì 8 maggio 2015

 

Ne abbiamo parlato in due diversi articoli

Profughi rifiutano l’hotel perché “senza wifi e TV, troppo lontano dal mare”

Proteste per “Hotel indeguato” , presunti profughi spostati in struttura turistica

Alcuni immigrati africani, trasferiti dalla Sicilia alla Toscana e destinati alla provincia di Livorno, hanno fatto i diavoli a quattro perché non gradivano la sistemazione nell’albergo di Campiglia Marittima ottenendo così di essere sistemati in mini-appartamenti che solitamente sono usati per le vacanze estive.

I motivi della protesta? Svariati e abbastanza fantasiosi. Tra questi anche la presenza in hotel di donne sposate.

Non appena sono scesi dal pullman, gli immigrati (tutti ragazzi di età compresa tra i 20 e i 25 anni e provenienti da Gambia, Ghana, Zimbabwe e Kenya) hanno iniziato ad avanzare un’infinità di pretese. Tra queste l’inopportunità, per motivi etnico-religiosi, di alloggiare in una struttura dove sono presenti donne sposate che fanno parte di un altro gruppo di clandestini arrivati in precedenza. Una prossimità che la loro religione non consente.

Gli immigrati che si sono rifiutati di entrare nella struttura loro dedicata hanno comunque puntato i piedi. Oltre alla mancanza di wifi e televione i circa quindici migranti africani chiedevano una struttura più vicina al mare.

Dei quindici solo due hanno quindi accettato la nuova destinazione. Dopo una lunga trattativa, per gli altri è stata trovata una soluzione: un hotel dotato di più comfort e ubicato non lontano dallo svincolo di Venturina della superstrada. Questa struttura, con piscina, wifi nelle camere e televisione, è stata accettata dopo che è stata visionata da uno dei “capi” del gruppo, nigeriano.

direttore del Tirreno Omar Monestier

direttore del Tirreno Omar Monestier

protesta-immigr



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -