Imola: inferriata divelta, cassaforte sventrata, bottino di mezzo milione di euro

polizia-arresto

Imola, Furto in un’abitazione privata.  I ladri hanno letteralmente sventrato la cassaforte dal muro per poi segarla. All’interno c’erano orologi, contanti, oggetti preziosi. La casa è quella di Pier Luigi Piersanti, medico imolese con un ambulatorio in Pedagna, dove vive con moglie e figlio. Lo scrive il resto del carlino

«Siamo usciti per cenare al ristorante – dice il medico –, quando verso le 23 ricevo una telefonata da un vicino che mi dice di sentire dei rumori provenire dalla mia abitazione». Precipitatosi a casa, Piersanti spiega di aver trovato le stanze a soqquadro: «Hanno divelto le inferriate per entrare dalla finestra e per quasi un’ora agito indisturbati per aprire la cassaforte».

“Praticamente hanno rubato tutto, dalla collezione di orologi ai gioielli di mia moglie”. Prima però avrebbero fatto visita all’appartamento del figlio «Hanno rubato i risparmi di uno studente universitario, circa 2mila euro, svaligiato casa e mangiato in cucina». Un vero e proprio banchetto con tanto di bottiglie di vino aperte sul momento.

«Una tale sensazione di solitudine non l’avevo mai provata, nemmeno quando, 15 anni fa, avevo subito un altro furto». Anche in quella occasione il bottino fu notevole: due auto, un cellulare e la borsetta della moglie con dentro contanti e carte di credito.

“Mi sento denudato, colpito nell’intimità – dice il dr Piersanrti -  e non oso pensare se in casa ci fosse stato mio figlio da solo».



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -