No Expo, Renzi: non voglio commentare i disordini a Milano

Renzi-Expo

 

“Non voglio commentare”. Cosi il premier Matteo Renzi alla Scala di Milano con la moglie Agnese e la figlia Ester per assistere alla Turandot. “C’è una nota di Palazzo Chigi vi prego di attenervi a quella”, ha aggiunto.

La nota di Palazzo Chigi

“Il volto autentico di Milano è quello, positivo nobile e bello, della apertura dell’Expo al mondo e al futuro e non quello dei vandali che hanno impegnato le forze dell’ordine cui va il ringraziamento del governo”. E’ quanto si legge in una nota della presidenza del Consiglio. “Il volto autentico sono i bambini che cantano l’inno e i milanesi che stanno già rimettendo ordine in città – prosegue il comunicato – il messaggio di lavoro, di orgoglio e di valori che viene da Expo non può essere e non sarà insultato dai violenti e da questi vigliacchi incappucciati”.



   

 

 

1 Commento per “No Expo, Renzi: non voglio commentare i disordini a Milano”

  1. Avendo assistito dalla finestra di casa agli agghiaccianti momenti di vandalismo puro(hanno urinato e defecato in strada) posso garantire il signor Renzi che il Suo commento sui giovani figli di papà è completamente fuori luogo : erano sì giovani e anche teppisti ma assolutamente figli di centri sociali milanesi e dell’interland. Peccato che sia stato permesso loro di infierire e lordare una delle poche zone di Milano rimasta ai Milanesi che ricordano com’era la città quando discrezione, educazione, signorilità, cultura erano le peculiarità a cui tutti si adeguavano ben felici di poter diventare “cittadini” da qualsiasi parte del Paese o del Mondo venissero.

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -