1° maggio a Pozzallo, ma i profughi sono stati trasferiti per sicurezza

PRODUTTIVITA':CAMUSSO,SIAMO LONTANI;VERSO NUOVO TESTO IMPRESE

 

Non ci sono immigrati oggi al centro di prima accoglienza alla ex dogana del porto di Pozzallo (Ragusa), citta’ scelta da Cgil, Cisl e Uil per la manifestazione nazionale del Primo Maggio dedicata proprio ai temi dell’immigrazione con lo slogan “La solidarieta’ fa la differenza”.

I profughi Sono stati trasferiti in altre sedi negli ultimi giorni, per motivi di sicurezza. Sulla banchina di un porto moderno e che si candida ad ospitare nai da crociera, e’ stridente il cimitero delle carrette del mare abbandonate e sotto sequestro. Alle spalle l’attracco del traghetto per Malta.

Sul palco di piazza Rimembranze, prima dei leader sindacali, parleranno il sindaco di Pozzallo, Luigi Ammatuna e tre lavoratori: Giovanni Di Caro per l’agro-alimentare, Giuseppe Gurrieri per il turismo e Samia Chaaraoui per l’immigrazione. Al termine la deposizone di una corona i fiori in mare.

A pochi passi,nella piazza antisante la chiesa di Santa Maria di Portosalvo, Pax Christi, Chiesa evangelica metodista di Scicli, Libera, Agesci, Emergency, Auser e Mediterranean hope-casa delle culture di Scicli promuovono una preghiera comune tra cattolici, evangelici e islamici per “evitare che le diversita’ culturali e religiose si trasformino in scontro di civilta’. Dobbiamo percorrere nuove capacita’ di comprensione animate da quel realismo che consente di leggere la concretezza della vita delle persone, i loro bisogni, le loro attese” pronti a “valorizzare le positivita’ di ciascuna cultura e ciascuna religione”. E sempre poco distante, manifesta anche Forza Nuova, con il suo leader Roberto Fiore.



   

 

 

1 Commento per “1° maggio a Pozzallo, ma i profughi sono stati trasferiti per sicurezza”

  1. ferruccio pesenti

    sindacalista dei miei stivali , fa cancellare la legge fornero che mi costa mille euro al mese per sei anni …oppure vendi il patrimonio immobiliare e dallo agli iscritti , vale anche per la cisl, ovviamente ecc…

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -