Isis, jihadisti catturano altri 78 ostaggi nel nord dell’Iraq

isis

 

Il gruppo dello Stato islamico (ex Isis o Isil) ha sequestrato oggi 78 persone nel nord dell’ Iraq, dei quali 15 sono dipendenti di una compagnia statale petrolifera a Kirkuk e 63 contadini nei dintorni di Tikrit. Lo hanno reso noto fonti ufficiali.

Una fonte della polizia irachena ha spiegato a Efe che i militanti dello Stato islamico che ieri hanno attaccato Kirkuk hanno occupato per diverse ore un impianto petrolifero gestito dalla società statale North Oil Co (Noc), che si trova a 25 chilometri a sudest della città. Da qui hanno portato via i 15 lavoratori.

Quando le forze della regione autonoma del Kurdistan, i peshmerga, hanno riconquistato il controllo dell’impianto non hanno ritrovato i dipendenti della struttura che si trovavano sul posto. Inoltre il gruppo ha sequestrato 63 pastori e contadini, la maggior parte dei quali appartenenti al clan tribale Al Yabur, tra gli abitanti di Al Alam, Al Dur e Al Buayil, a ovest di Tikrit, capitale della provincia di Saladino. La fonte ha aggiunto che gli ostaggi sono stati trasportati in un posto sconosciuto.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -