Risorge il terrorismo ceceno, Putin: “sappiamo chi lo sostiene”

putin4

 

4 dic 2014 – Risorge lo spettro del terrorismo in Cecenia, e dopo una notte macchiata di sangue, con 19 morti di cui 10 agenti di polizia, il presidente russo Vladimir Putin e’ tornato a parlare di Caucaso nell’odierno discorso alla nazione. Lo ha fatto, palesando chiaro supporto al pugno duro usato dal capo locale Ramzan Kadyrov, per sedare la rivolta. Ma anche, prendendo spunto da questo per scagliarsi ancora una volta contro “gli Stati Uniti e i loro alleati”, e alle loro presunte “politiche di contenimento” antirusse: “da decenni, se non secoli, ogni volta che qualcuno pensa che la Russia e’ diventata troppo forte, indipendente, questi strumenti sono usati immediatamente”.

Per poi senza specificare ulteriormente, punta il dito contro “chi e come” negli anni 90 nel Caucaso “supportava realmente e apertamente il separatismo da noi, e anche direttamente il terrore, chiamando quelli che erano assassini e che avevano il sangue sino ai gomiti, semplicemente ribelli”, portando i “terroristi al livello alto dei combattenti per la liberta’ e la democrazia”.

Cecenia: terroristi nella “casa della stampa” a Grozny, almeno 10 i morti

“In questo momento, questi ribelli ancora una volta si sono palesati in Cecenia“, ha detto. “Nonostante la nostra apertura senza precedenti, la volonta’ di cooperare nelle questioni apparentemente piu’ sensibili, nonostante il fatto che abbiamo considerato – e tutti sappiamo e ricordiamo – i nostri ex avversari come amici e alleati stretti, era palese e assolutamente ovvio il supporto informativo, politico e finanziario per il separatismo “dall’estero” in Russia” ha detto Putin.

Putin per dire “dall’estero” ha usato parte della locuzione russa “golos iz za bugra”, ossia “la voce del nemico”. E secondo lui, questo presunto sostegno al terrore “non lasciava dubbi che volesse gettarci in uno scenario iugoslavo di disgregazione e di smembramento, con tutte le tragiche conseguenze per i popoli della Russia”. Ma “non ha funzionato, non lo abbiamo permesso”.

Siamo pronti ad affrontare le sfide e ne usciremo vincitori

 



   

 

 

1 Commento per “Risorge il terrorismo ceceno, Putin: “sappiamo chi lo sostiene””

  1. Ormai quasi tutti sappiamo chI finanzia i terroristi ceceni !

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -