Putin: il complotto sul prezzo del petrolio colpirà i cospiratori

putin

 

18 ott. – Il presidente russo Vladimir Putin ha avvertito che l’economia mondiale crollera’, se il prezzo del petrolio rimane sugli 80 dollari al barile. A suo dire, “nessuno dei principali partecipanti del mercato petrolifero e’ interessato” a tenere il greggio a questo livello, ma “se i prezzi mondiali rimangono sugli 80 dollari, allora tutta la produzione crollera’ – ha ammonito a margine del vertice Asem, citato dalle agenzie russe – i principali paesi produttori di petrolio calcolano il loro bilancio sugli 80 dollari o poco meno di 90 dollari al barile”.

Parlando poi delle ragioni del crollo del greggio, il leader del Cremlino non ha escluso che esista un complotto contro la Russia: “Le cospirazioni sono sempre possibili, ma in questo caso colpiscono duramente gli stessi cospiratori”. (AGI) .

[dividers style=”2″]

Foreign Policy: su prezzo greggio doppio gioco di Arabia Saudita

Incoraggiando il crollo del prezzo del greggio, l’Arabia Saudita sta prendendosi un rischio calcolato nelle sue relazioni gia’ incrinate con gli Stati Uniti, sperando che i potenziali danni della mossa per l’industria dello shale oil americano possano essere controbilanciati da quanto sta accadendo sul versante geopolitico.

Mentre Ryad e gli Stati Uniti stanno combattendo una guerra insieme in Siria e in Iraq, il tentativo dei sauditi di riprendere la guida del mercato del greggio potrebbe infatti creare problemi alle societa’ di shale oil di Washington. Allo stesso tempo tuttavia il crollo del prezzo fara’ scendere il costo del carburante in America e se la mossa sara’ prolungata nel tempo potrebbe colpire la Russia e l’Iran in un momento in cui Washington sta cercando di mettere sotto pressione entrambi i Paesi.

“I sauditi sembra abbiano concluso che la loro scelta (di sostenere il taglio dei prezzi) sia un elemento in grado di cambiare le cose. Avranno diversi vantaggi senza colpire le persone che non vogliono colpire”, ha detto Deborah Gordon, direttore del programma energia e clima del Carnegie Endowment, la non profit che pubblica la rivista Foreign Policy. asca



   

 

 

1 Commento per “Putin: il complotto sul prezzo del petrolio colpirà i cospiratori”

  1. Lo Zio Sam ha fatto i conti senza l’oste. Con Eltsin andavano alla grande, ma con questo sara’ dura continuare con i loro giochetti. Putin sta rispondendo alle provocazioni americane con grande calma, preparazione e tattica. La Russia sembra essere il futuro, speriamo solo che quei pazzi furiosi a Washington non perdano la testa e non facciano qualcosa di irreparabile. Chi lo avrebbe mai detto che i russi cattivi sarebbero diventati la speranza di pace?

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -