Sottosegretario Giro: proseguire Mare Nostrum è dovere morale e politico

sbarchi

14 ott 2014 -“Mare Nostrum va salvaguardato, non possiamo accettare le critiche che vengono da paesi che non ci hanno aiutato” dichiara il Sottosegretario agli Esteri Mario Giro, tra i fondatori di Democrazia Solidale (DemoS). “Democrazia solidale e’ per il mantenimento di mare Nostrum almeno fino a quando Triton non avra’ la stessa portata e le stesse regole d’ingaggio.

Occorre considerare Lampedusa confine italiano ed europeo e avanzare Triton davanti alle coste libiche. Un arretramento significhera’ un aumento delle vittime. C’e’ l’inverno per mettere a punto il meccanismo, senza traumi”.

“Leggo di accuse rivolte all’Italia per aver favorito l’immigrazione e addirittura le morti in mare con l’operazione – il riferimento non è del tutto casuale, sappiamo che il sottosegretario Giro segue imolaoggi.it -.

Assurdo. Abbiamo salvato circa 100.000 vite. Chi dice, anche da noi, che favoriamo l’immigrazione o non ha alcuna nozione di cio’ che sta accadendo a sud, oppure fa finta di non vedere per lucrare qualche voto con la politica della paura. Chi rischia la vita in mare fugge da crisi gravissime: inutile scandalizzarsi per cio’ che accade in Siria se poi non facciamo il minimo che ci spetta. Si tratta di un dovere morale e politico”prosegue il sottosegretario Giro.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -