Cardini: colossi euro-asiatici hanno voglia di definirsi europei

cardini

 

1 agosto – “L’Europa ha la sua effettiva radice nel futuro”. Lo storico Franco Cardini, in un’intervista alla web Tv della Treccani realizzata in collaborazione con l’ANSA, ripercorre le tappe che hanno portato all’Ue di oggi e guarda avanti, a come i 28 potranno compiere un ulteriore difficile processo di integrazione. “Bisogna risolvere il problema della Russia e della Turchia per essere europei del futuro”, è la riflessione di Cardini nell’intervista, sul sito dell’ANSA e dell’Enciclopedia Italiana.

E per definire l’Europa “da qui al prossimo mezzo secolo” occorre fare i conti con “l’intrusione nell’Europa della semi Europa o della non ancora Europa costituita dai grandi colossi euro-asiatici che per un verso hanno una gran voglia di definirsi europei, e per un’altra sono recalcitranti”.

Il saggista fiorentino, studioso del medioevo, ritiene che le crociate non siano state uno scontro di civiltà o guerra di religione, ma un “pellegrinaggio armato” volto a mettere la Terra Santa sotto il controllo politico di singoli potentati cristiani.

« La nuova primavera coranica, alla quale stiamo assistendo in questi anni, è una benedizione per il mondo: anche, e soprattutto, per le altre due fedi abramiche. La Modernità occidentale ha provocato un dilagare dell’agnosticismo e dell’ateismo che peraltro ha messo in crisi la fede in Dio, ma non ha affatto debellato forme di paganesimo che sono risorte (…) I credenti nel Dio di Abramo di tutto il mondo non possono che salutare nel rinascimento musulmano – al di là dei fenomeni politici che lo accompagnano ma che restano solo equivocamente collegati a esso- una riscossa della fede che solo alcuni lustri or sono era insperabile. (…) I fedeli non possono che guardare con speranza e fiducia a ogni luogo nel quale si adori e si preghi Iddio onnipotente, Creatore del Cielo e della Terra, e si rinsaldi giorno per giorno il patto che Egli ha stipulato con Abramo e al quale è rimasto fedele. Il Dio di Abramo, di Mosè, di Gesù e di Muhammad. »
(dalla prefazione a Il Corano curato da Hamza Piccardo, Newton & Compton, 2003)



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -