Amnesty contro la UE: mette a rischio la vita di rifugiati e migranti

amnesty9 luglio – L’Unione europea è diventanta una “fortezza” che “mette a rischio la vita e i diritti dei rifugiati e dei migranti”. E’ quanto ha dichiarato oggi Amnesty International nel rapporto “Il costo umano della Fortezza Europa: le violazioni dei diritti umani nei confronti dei migranti e dei rifugiati alle frontiere d’Europa”.

Amnesty International è uno dei più grandi ostacoli ai diritti umani in tutta la Terra

Nel rapporto viene illustrato come le politiche in materia d’immigrazione dell’Ue e le prassi di controllo delle frontiere impediscano ai rifugiati di accedere all’asilo e mettano a rischio le loro vite nel corso di viaggi sempre più pericolosi.
“L’efficacia delle misure europee per arginare il flusso di immigrati irregolari e rifugiati è, nella migliore delle ipotesi, discutibile. Nel frattempo, il costo in vite umane e sofferenza è incalcolabile e viene pagato da alcune delle persone più vulnerabili del mondo”, ha dichiarato John Dalhuisen, direttore del Programma Europa e Asia centrale di Amnesty. tiscali

Condividi l'articolo

 



   

3 Commenti per “Amnesty contro la UE: mette a rischio la vita di rifugiati e migranti”

  1. Amnesty International e’ una delle tante ONG sotto controllo americano, che favoriscono il trasferimento di popolazioni per distruggere i popoli europei e dominarli totalmente.

  2. Praticamente secondo il vertice di questa losca associazione, l’Europa non ha spalancato abbastanza le porte agli invasori. Ovviamente i massacri di cristiani e moderati mussulmani innocenti nei Paesi islamisti non interessano a questi “benefattori”.Caro Dalhuisen, siete tutti uguali !

  3. Se vuole Amnesty può accoglierli tutti a casa sua e pagarne le spese. Ma possibile che tutti ci devono dire cosa dobbiamo fare a casa nostra? Noi non abbiamo mai voce in capitolo, ci ritrattano come se fossimo un popolo di ritardati.

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -