L’Italianità nel cuore del Libano. Restaurata la Chiesa di Maria Ausiliatrice a Houssoun

13 giugno – Costruita nel 1962 su iniziativa di don Carlo Moroni e il contributo di benefattori italiani, la Chiesa dei Salesiani, spettatrice della storia recente del Paese dei Cedri è stata ristruttura grazie all’attività di Together Onlus e alla preziosa collaborazione del Panathlon International.

libano1 libano2
libano3 libano4

 

L’edificio è stato totalmente restaurato. Il un nuovo design è di Raffaele Gerardi: ”E’ stata un’esperienza profonda, nel senso più vero e più intenso – dice Gerardi – il progetto di restauro della Chiesa del Centro Salesiano di Houssoun è stata una bella occasione di incontro e confronto con una realtà diversa, in un Paese ferito, in una Terra difficile”. Raffaele Gerardi, grafico, designer e pittore, ha deciso di donare un murales che accompagna i fedeli con gli occhi di Don Bosco e lo sguardo dei suoi ragazzi , una sua particolare interpretazione illustrata nel dipinto “Le luci di Don Bosco”, il cedro simbolo del Libano e “le luci” del Santo dei giovani si posano sulla chiesa di Maria Ausiliatrice di Houssoun, portando gioia, speranza e sorrisi. Un opera che svela e racconta per immagini la profondità della missione pastorale del Padre fondatore dei Salesiani.

In circa 4 mesi di lavori, la Chiesa è stata completamente ridisegnata e ristrutturata. I lavori fatti, vanno da: l’impermeabilizzazione agli impianti elettrici, dalle opere strutturali alla tinteggiatura, dagli infissi agli arredi. Gerardi ha curato anche i minimi particolari: dai colori, alle tonalità delle luci, il tutto impreziosito dal “fascino” dei marmi di Carrara con le stazioni della Via Crucis, l’acquasantiera, la scritta “Gloria Libani data est ei” e il tabernacolo. Il tutto non poteva non essere scandito dai rintocchi della nuova campana in bronzo realizzata dalla Fonderia di Beit Chabab, in Libano.

L’attività di Together Onlus, presso la struttura salesiana, continuerà nei prossimi mesi, per concludersi con l’allargamento e il restauro dell’Oratorio, un luogo di incontro e di “gioco” per centinaia di bambini, all’ombra di Don Bosco e dei suoi insegnamenti che si concluderà il prossimo anno in occasione del bicentenario della nascita di San Giovanni Bosco.

Il prossimo 29 giugno, con la presenza d’eccezione del Patriarca di Antiochia e di tutto l’Oriente, Cardinale Bechara Rai e le massime autorità politiche libanesi si svolgerà inaugurazione ufficiale con la Cerimonia di consegna della Chiesa. Together Onlus, ricordiamo, è una Associazione fondata dal giornalista Nello Rega nel 2005. In quasi 10 anni di attività umanitaria in Libano ha donato all’Oratorio salesiano di Houssoun, attrezzature multimediali, culturali, ludiche. Oltre a donare dispensari sanitari, ha anche organizzato gemellaggi culturali e sportivi, colonie estive per bambini disagiati, aiuti a strutture sportive e per giovani.

Nel video le immagini dello stato originario della Chiesa, con l’umidità e le infiltrazioni che stavano danneggiando la struttura. Le operazioni di restauro sono state davvero necessarie per preservare l’integrità strutturale e artistica dell’edificio.

Armando Manocchia



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -