Spagna: uccisa a colpi di pistola la politica con 12 stipendi pubblici

isabel-carrasco

19 magg – Sarebbe stata uccisa per una vendetta personale Isabel Carrasco, presidente della Provincia spagnola di Leon. Sarebbero state due donne, madre e figlia, ad aver freddato a colpi di pistola la donna 59 enne, esponente del Partito Popolare. Una vendetta per il licenziamento della giovane, Monteserrat Triana Martinez, congedata dall’amministrazione provinciale.

A riconoscere le due donne, che sono la moglie e la figlia di un ispettore della polizia spagnola, è stato un agente in pensione, testimone dell’agguato. –

La deputata del Partito Popolare Isabel Carrasco, oltre ad essere indagata per cattiva gestione di denaro pubblico e corruzione, ricopriva ben 12 incarichi pubblici, percependone i relativi stipendi:

  • Presidente del Partito Popolare di León
  • Consigliere del Comune di León
  • Presidente della Provincia di León
  • Presidente del Consorzio dell’Aeroporto di León.
  • Presidente dell’Istituto Leonese di Cultura.
  • Presidente del Consorzio Provinciale del Turismo
  • Presidentae di Gersul, Consorzio per la gestione dei residui solidi urbani di León
  • Consigliera di Tinsa, società di tassazione leader del mercato immobiliare spagnolo (fino al 2010)
  • Consigliera della banca Caja España
  • Consigliera dell’Assemblea Generale di Caja España
  • Consigliera di Viproelco (gestita al 50% da Caja España), che gestisce il mercato delle case popolari
  • Consigliera della rete immobiliaria Inmocasa
  • Vicepresidente di Invergestión, società d’investimenti nel mercato immobiliare

Isabel Carasco era in politica da 30 anni. Uno dei suoi primi incarichi, nel 1987, fu la nomina da parte dell’allora presidente della giunta di Castilla y Leon José Maria Aznar, a delegata territoriale della giunta provinciale, incarico che mantenne fino al 1991.

Entrata al Senato nel 2003, un anno dopo fu nominata presidente provinciale del Partito Popolare. Eletta nel 2007 presidente della Provincia di Leon grazie alla maggioranza assoluta conquistata nelle urne, da febbraio era indagata per presunti episodi di malversazione di fondi pubblici.



   

 

 

2 Commenti per “Spagna: uccisa a colpi di pistola la politica con 12 stipendi pubblici”

  1. paolo rocchello

    la morte di una persona non è mai una bella cosa, ma certo non mi cospargerò il capo di cenere, nè mi strapperò le vesti.

  2. cosa si può scrivere a proposito di un episodio come questo senza rischiare di venire processati per insurrezione?

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -