Crisi: italiano chiude negozio e diventa “vu cumprà”. 5000 euro di multa

Chiude il negozio per la crisi e diventa “vu cumprà”: gli fanno cinquemila euro di multa

abusivi22 apr- Nel nordest il cui tessuto economico è stato letteralmente devastato dalla crisi economica questa notizia non sorprende quasi nessuno, ma il Gazzettino vi dà ampia visibilità. “I “vù cumprà” adesso sono italiani”, scrive il quotidiano locale.

Durante una serie di controlli anti-abusivismo nelle giornate delle festività pasquali a Jesolo la polizia locale ha fermato col classico lenzuolo, tra la spiaggia e la celebre passeggiata, non uno dei tanti extracomunitari, ma un italiano doc: sandonatese di 35 anni residente a Caorle, Z. F..

L’uomo per guadagnare qualche soldo stava vendendo i vestiti rimasti in magazzino dopo la chiusura del suo negozio di Caorle, negozio che era stato costretto a chiudere a causa della crisi.

Tutto il materiale che aveva messo in vendita gli è stato sequestrato: un centinaio di magliette e felpe. E’ stato anche multato di 5.164 euro per “esercizio del commercio su area pubblica senza autorizzazione”.

.today.it



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -