Riduce la ex in fin di vita: libero. Torna a pestarla, braccialetto elettronico

violenza19 apr – Era stato arrestato il 13 marzo dello scorso anno a Caserta per aver ridotto in fin di vita, prendendola a calci, la giovanissima convivente, che aveva dovuto subire l’asportazione della milza per le botte ricevute.

È stato nuovamente arrestato per molestie alla 20enne «miss» Rosaria Aprea, l’ex compagno Antonio Caliendo, 27enne di Casal di Principe (Caserta): nonostante il divieto di avvicinamento, l’uomo ha infatti nuovamente percosso la miss e l’ha anche molestata con sms.

Scarcerato per decorrenza dei termini nel novembre 2013, avrebbe continuato a perseguitare la sua ex con sms e telefonate e sarebbe tornato a picchiarla. Per questo il gip del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere ha disposto per lui l’aggravamento delle misure cautelari, disponendo il divieto di allontarsi dall’abitazione e di comunicare e gli ha imposto il braccialetto elettronico. adnk



   

 

 

2 Commenti per “Riduce la ex in fin di vita: libero. Torna a pestarla, braccialetto elettronico”

  1. Magari adesso gli regalano anche una collanina

  2. Se questa è giustizia,io sono Napoleone Bonaparte !!!

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -