Referendum per l’abrogazione dell’euro

COMUNICATO STAMPA: REFERENDUM PER L’ABROGAZIONE DELL’EURO

base-italiaDal 31 gennaio 2014 è iniziata la raccolta delle firme.
Iniziativa annunciata sulla Gazzetta Ufficiale del 04 settembre 2013, n.207.
Il Partito “Movimento Base Italia”, costituito con atto pubblico e registrato al n. R.G. 10791, raccoglierà le firme sui seguenti quesiti:

Quesito 1: Volete Voi che sia abrogata interamente la Legge 17 dicembre 1997 n. 433, pubblicata nella G.U. n. 295 del 19 dicembre 1997, dal titolo: “Delega al Governo per l’introduzione dell’Euro”»?

Quesito 2: Volete Voi che sia abrogato interamente il dlgs. n 213 del 24 giugno 1998 dal titolo: “Disposizioni per l’introduzione dell’Euro nell’Ordinamento Nazionale a norma dell’art 1 comma 1 della legge 17 dicembre 1997 n. 433″, pubblicato nella G.U. n. 157 del 8 luglio 1998 – Supplemento Ordinario n. 116»
Con questi due quesiti (pubblicato su G.U. n. 207 del 4 settembre 2013) si intende uscire definitivamente dall’euro, non dall’Europa, ritornando al sistema monetario antecedente(lira), abrogando tutte le disposizioni relative e conseguenti alla introduzione dell’Euro in Italia.

Comitato referendario
Movimento Base Italia
Coordinatore Regione Lombardia
Mauro Tomasina

Milano 30 gennaio 2014

[dividers style=”2”]

Sostanzialmente stiamo raccogliendo le firme per chiedere l’abrogazione di queste due leggi ordinarie dello Stato e ritornare dunque al sistema preesistente con tecnica inversa a quella che lo ha introdotto.

Pur essendo leggi che in qualche modo dipendono dal Trattato di Maastricht, va detto che l’Euro che venne introdotto è moneta sostanzialmente difforme da quella che era stata sottoscritta con la ratifica del Trattato: infatti tra la sottoscrizione del Trattato è del 1992 e nelle more dell’introduzione in Italia Dicembre 1997 e giugno 1998, intervenne il Regolamento 1466/97 che modificò totalmente la “Natura giuridica ” della moneta Euro.

Inoltre, il Trattato di Lisbona all’art. 50 ha reso possibile l’Uscita degli Stati dalla moneta Unica : pertanto ciò che è riconosciuto da un Trattato di diritto allo Stato NON PUO’ essere negato ai cittadini perchè il Governo esiste in una democrazia se ed in quanto i suoi cittadini lo hanno votato.

 



   

 

 

2 Commenti per “Referendum per l’abrogazione dell’euro”

  1. guarda che non sono ammessi i referendum abrogativi ed inoltre la Costituzione disciplina che sui trattati internazionali non ci si possa esprimere. Bisogna cambiare la costituz. ma per un paese che è nato per esser colonia sarà impossibile Vediamo di non perder tempo con iniziative di facciata.

    • mauro tomasina

      se pubblicati in gazzetta ufficile dalla Corte di Cassazione sono ammessi altrimenti sarebbero stati rigettati

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -