Corea del Nord minaccia nuovo test nucleare dopo le sanzioni ONU

miss

 

30 mar – La Corea del Nord minaccia un “nuovo tipo” di test nucleare in risposta alla condanna decisa dall’Onu contro i recenti lanci di missili da parte di Pyongyang, voluti come protesta alle manovre militari annuali tra Usa e Corea del Sud, e lancia un monito agli Stati Uniti per il pressing diplomatico esercitato. Il “nuovo tipo” di esperimento, eventualmente il quarto, non è ora più escluso al fine di “rafforzare ulteriormente la nostra deterrenza nucleare”, e si abbina all’avvertimento agli Stati Uniti contro l’adozione di “azioni avventate”.

La minaccia della Corea del Nord agli Usa – Washington, rimarca una nota del ministero degli Esteri del Nord rilanciata dall’agenzia Kcna, si assumerà le responsabilità di un evento “catastrofico” nella penisola di Corea. Il riferimento è alle pressioni diplomatiche americane dopo i due missili Rodong a medio raggio lanciati, per la prima volta dal 2009, mercoledì scorso e caduti nelle acque del mar del Giappone avendo coperto la distanza di 650 chilometri.

All’origine della minaccia le sanzioni decise dall’Onu – Tutto questo appena poche ore dopo il summit a tre tenutosi all’Aja, a margine del summit sulla sicurezza nucleare, tra il presidente americano Barack Obama, il premier nipponico Shinzo Abe e la presidente sudcoreana Park Geun-hye, e voluto per rafforzare tra l’altro la cooperazione militare. Il Consiglio di sicurezza dell’Onu ha giovedì condannato all’unanimità l’iniziativa balistica nordcoreana, peraltro vietata da diverse risoluzioni. In una dichiarazione, il presidente di turno Sylvie Lucas ha detto che il Consiglio “ha deciso di consultarsi su una risposta adeguata”, senza però specificare le misure possibili da prendere. tiscali



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -