Il teatro e il cinema di Toni Servillo grandi protagonisti a Londra

Peppe e Toni Servillo in una scena dello spettacolo Le voci di dentro

Peppe e Toni Servillo in una scena dello spettacolo Le voci di dentro

Fresco vincitore del Premio Oscar per La grande bellezza, Toni Servillo si appresta a tornare nuovamente protagonista a Londra, dove il film aveva già ricevuto il Bafta.
Dal 26 al 29 marzo, per quattro serate andate esaurite molto velocemente, l’attore napoletano porterà in scena lo spettacolo Le voci di dentro di Eduardo De Filippo, a fianco del fratello Peppe, sul palcoscenico del prestigioso Barbican Centre. Lo stesso teatro in cui Sir Ralph Richardson, uno fra i mostri sacri del teatro britannico, recitò quello stesso testo, con il suo autore seduto fra il pubblico.
Lo spettacolo ha già riscosso un grande successo di pubblico e di critica sia nel nostro paese, dove si appresta a tornare dall’inizio di aprile in poi, sia nei paesi esteri in cui è stato rappresentato fra ottobre e gennaio (Girona, Locarno, San Pietroburgo e Parigi).
«Con il teatro ho girato l’Europa, da Madrid a San Pietroburgo, ma a Londra non ero mai andato» ha commentato Servillo. «Il Barbican è una istituzione, è un onore essere invitati. Favorito, immagino, dal successo del film di Paolo Sorrentino».
Nessun altro autore italiano può vantare una traduzione e una rappresentazione dei suoi testi in un così gran numero di lingue e di paesi pari a quelle di cui ha goduto l’opera di Eduardo De Filippo. Al Barbican, però, Le voci di dentro verrà rappresentato in italiano con i sottotitoli in inglese.
La rappresentazione di mercoledì 27, inoltre, sarà seguita da una chiacchierata di Toni Servillo con il pubblico.

La trasferta londinese, però, non comprenderà solamente il teatro.
Questa sera Servillo sarà ospite dell’Istituto italiano di Cultura per la proiezione del documentario 394-Trilogy in the World di Massimiliano Pacifico, in cui vengono ricostruiti i quattro anni e le 394 tappe della tournée internazionale dello spettacolo Trilogia della villeggiatura di Carlo Goldoni, diretto ed interpretato da Toni Servillo. Il documentario era già stato presentato al Cinese Theatre di Hollywood nell’ambito del Festival Los Angeles-Italia all’inizio del mese.
E martedì 29, prima di salire sul palcoscenico, incontrerà il pubblico dopo la proiezione del film E’ stato il figlio di Daniele Ciprì al Barbican Cinema.

 

Luca Balduzzi



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -