Omicidi a picconate: pm chiede 20 anni per Kabobo

kabobo10 mar – Il pm di Milano Isidoro Palma ha chiesto la condanna a vent’anni di reclusione per Adam Kabobo, il ghanese che l’11 maggio del 2013 uccise a colpi di piccone tre passanti.

Il pm ha chiesto il riconoscimento della seminfermità mentale e anche la condanna a sei anni da passare in una casa di cura dopo l’espiazione della pena.

Nel processo con rito abbreviato davanti al gup di Milano Manuela Scudieri, il pm al termine della requisitoria ha chiesto di condannare a vent’anni di carcere Kabobo applicando lo ‘sconto’ della seminfermità mentale. Inoltre, secondo il pm, Kabobo dopo aver espiato la pena dovrà passare sei anni in una casa di cura e custodia come misura di sicurezza.

Nella scorsa udienza il giudice aveva detto “no” alla richiesta della difesa di un supplemento di perizia psichiatrica, dopo che una perizia disposta in fase di indagini e depositata lo scorso ottobre aveva riconosciuto che Kabobo non era totalmente incapace di intendere e di volere ma soltanto semi infermo di mente, perché soffre di una forma di ”schizofrenia paranoide”. Inoltre, nelle scorse settimane, il tribunale del Riesame, aveva detto “no” al trasferimento di Kabobo in un’ospedale psichiatrico giudiziario.

L’11 maggio scorso il ghanese aveva ucciso a colpi di piccone il giovane Daniele Carella di 21 anni, Alessandro Carolè di 40 anni e il pensionato Ermanno Masini di 64 anni. Ora parleranno i legali dei familiari delle vittime e poi i difensori di Kabobo, gli avvocati Benedetto Ciccarone e Francesca Colasuonno. Non si sa ancora se oggi arriverà la sentenza o ci sarà un rinvio ad altra data.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -